“Dalla”: il capolavoro di Lucio in una Legacy Edition

“Dalla”: il capolavoro di Lucio in una Legacy Edition
Condividi su
Una edizione particolare, finemente restaurata e arricchita “a tre dimensioni”. “Dalla” sarà disponibile a partire da venerdì 13 settembre.

Una conferenza stampa voluta in un giorno particolare, il 9 novembre. Lo stesso giorno in cui, nel 1989, cade il muro di Berlino. Quel muro che ispirò Futura. Lo stesso muro su cui Lucio Dalla salì, in una delle torrette, per guardare silenziosamente davanti a sé. Ricky Portera ha rivelato che in quella notte, sulla stessa torretta, c’era Phil Collins. Entrambi a scrutare l’orizzonte, in silenzio.

Una conferenza stampa, quella dedicata alla riedizione di “Dalla”, album del 1980 e conclusione della “trilogia Colombini” (“Com’è profondo il mare” del 1977, “Lucio Dalla” del 1979 e, appunto “Dalla”), che avrebbe dovuto aver luogo in Via D’Azeglio a Bologna, proprio a casa di Lucio. Cause di forza maggiore hanno impedito lo svolgersi in quel tempio di memorie e progetti.

Nonostante questo, la presentazione di questa edizione limitata e speciale è andata in scena grazie alle moderne tecnologie.

Un disco attuale, ancora all’avanguardia

Questa nuova versione del classico senza tempo di Lucio Dalla uscirà venerdì 13 novembre per Sony. È una pubblicazione importante, dato che il cantautore bolognese e le sue opere sono ancora oggi determinanti nella formazione dei nuovi artisti. Non a caso Fulminacci, vincitore della Targa Tenco e del Premio Mei, lo cita spesso tra le sue guide fondamentali.

Maurizio Biancani si è occupato dell’opera di recupero, restauro e rimasterizzazione dei master originali a 192khz e 24 bit presso gli Studi Fonoprint di Bologna. Tutto ciò ha permesso di recuperare appieno le sonorità originali, non falsate da precedenti interventi:

Mettere le mani su questi brani è una cosa che mi emoziona ancora adesso, mi ha emozionato riascoltare cercando di non rovinare quello che era stato fatto allora”.

Ricky Portera, storico chitarrista degli Stadio nonché collaboratore del grande Lucio per oltre trent’anni ha spiegato:

Lucio aveva voglia di abbandonare il suo passato per creare qualcosa di nuovo. Ci divertivamo moltissimo. Con Colombini sembravano il grillo parlante e pinocchio. Discutevano, certo, ma gli inculcava in continuazione consigli e Lucio lo ascoltava”.

Ed è questa la forza di “Dalla”, l’intesa tra il produttore e l’artista. Questo è l’album della consacrazione del cantautore bolognese, del renderlo non commerciale, bensì condivisibile e accessibile al grande pubblico, senza snaturare la sua innata voglia di osare, sperimentare, creare sempre qualcosa di nuovo, di diverso.

Una Legacy Edition curata a 360°

La riedizione di Dalla è un’operazione a 360°, “a tre dimensioni”. Non solo un’edizione limitata di 200 vinili numerati a mano, ma anche un libretto con fotografie ad opera di Camilla Ferrari:

Dalla era un regista, l’album non è solo musicale, ma anche fotografico diciamo. È un album ricco di contrasti. Mi ha colpito l’immagine della notte non solo come momento della giornata, ma come metafora. Come dice Lucio, “confondere la luna con il sole”. Ho cercato di carpire nelle foto tutto questo. Ho cercato anche di catturare la semplicità delle persone, la quotidianità, le cose molto semplici cercando di renderle universali ed empatizzabili”.

A completare questo lavoro su più piani, il nuovo video di Futura, opera di Giacomo Triglia. Un progetto che è cambiato a causa del Covid, maturato, cresciuto e mutato col tempo, creando un punto di vista nuovo:

Le canzoni di Dalla sono quasi delle sceneggiature. Futura è la storia di due amanti, uno di Berlino Est, l’altro di Berlino Ovest, divisi dal muro, che progettano di fare una figlia che si chiamerà Futura. Quando con Sony abbiamo deciso di riprendere in mano il progetto, è come se quei due personaggi nella mia testa fossero cresciuti durante il lockdown: ho voluto raccontare la storia di Futura, diventata grande e trasferitasi nel piccolo paese. L’ho raccontato attraverso gli occhi del suo compagno. È stata un’emozione unica”.

Il cofanetto

Il cofanetto di “Dalla” sarà disponibile in due formati:

  • LP 180gr (2000 copie numerate a mano) che include la stampa di una delle 10 diverse fotografie di Camilla Ferrari su carta speciale fotografica 30×30 numerata a mano. (per ogni fotografia esisteranno solo 200 esemplari)
  • LP rimasterizzato 192kHz/24bit e un libretto di 12 pagine
  • CD che include il CD rimasterizzato e un libretto di 24 pagine

a cura di
Andrea Mariano

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Wind of Change: l’inno di libertà di un mondo che non c’è più
LEGGI ANCHE – 5 domande a Daino su Quanto Era Bello
Condividi su
Andrea Mariano

Andrea Mariano

Andrea nasce in un non meglio precisato giorno di febbraio, in una non meglio precisata seconda metà degli Anni ’80. È stata l’unica volta che è arrivato con estremo anticipo a un appuntamento. Sin da piccolo ha avuto il pallino per la scrittura e la musica. Pallino che nel corso degli anni è diventato un pallone aerostatico di dimensioni ragguardevoli. Da qualche tempo ha creato e cura (almeno, cerca) Perle ai Porci, un podcast dove parla a vanvera di dischi e artisti da riscoprire. La musica non è tuttavia il suo unico interesse: si definisce nerd voyeur, nel senso che è appassionato di tecnologia e videogiochi, rimane aggiornato su tutto, ma le ultime console che ha avuto sono il Super Nintendo nel 1995 e il GameBoy pocket nel 1996. Ogni tanto si ricorda di essere serio. Ma tranquilli, capita di rado. Note particolari: crede di vivere ancora negli Anni ’90.

3 pensieri su ““Dalla”: il capolavoro di Lucio in una Legacy Edition

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *