Gli Acid Mothers Temple in Italia con i The Winstons

Gli Acid Mothers Temple in Italia con i The Winstons
Condividi su

Finalmente il grande ritorno in Europa ed in Italia della band capostipite del Rock Psichedelico Dal Sol Levante accolti in Italia dai The Winstons

Da Giovedi 10 a Domenica 13 Novembre, sbarca anche in Italia grazie ad Offset Records e Scarrymonster, la band giapponese punto di riferimento del Rock Psichedelico. In attività da oltre 20 anni, gli ACID MOTHERS TEMPLE tornano in Italia per un Tour esclusivo che per l’occasione vede come opening-act THE WINSTONS.

La band giapponese, capitana dall’infuocato chitarrista Makoto Kawabata, soprannominato il Jimi Hendrix d’oriente, suonerà a Torino, Bologna, Mezzago e Venezia Mestre, e sarà accolta da un esclusivo double bill degli italiani THE WINSTONS la band formata da Lino Gitto, Roberto Dell’Era degli Afterhours ed Enrico Gabrielli dei Calibro35, Pj Harvey, appena reduce dal prestigioso ruolo di Direttore d’Orchestra di Mr.Iggy Pop.

Acid Mothers Temple

L’universo tentacolare degli Acid Mothers Temple ha preso vita nel 1995, da Kawabata Makoto. Originariamente era un collettivo soul che comprendeva musicisti, ballerini, artisti, agricoltori, canalizzatori, ex-yakuza, ricercatori di sirene e vagabondi professionisti e che ha sempre avuto al centro della sua missione una dedizione per l’improvvisazione.

Ora, con una storia di oltre due decenni e una discografia composta da oltre cento dischi, per non parlare delle numerose uscite soliste e dei side-project, il gruppo non mostra nessun segno di cedimento nel ritmo della loro energia creativa, anzi, è in una continua esplorazione cosmica.

Acid Mothers Temple sono l’incarnazione più importante del collettivo AMT, con i fondatori Kawabata e Higashi, con Jyonson Tsu alla voce e chitarra ritmica, oltre alla sezione ritmica appena reclutata di Satoshima Nani e il nuovissimo componente al basso Sawana Shozo unitosi quest’anno alla formazione.

The Winstons

The Winstons sono tre fratelli: Linnon Winston (Lino Gitto), Rob Winston (Roberto Dell’Era) e Enro Winston (Enrico Gabrielli). Si presentano dal vivo come la migliore time-machine anni sessanta e settanta ad oggi. Ma attenzione: loro non sono revival, sono un’anima di puro stile rock’n’roll. I loro strumenti sono vecchi, sfasciati, polverosi, e abnegano alla chitarra elettrica, in barba ai rigurgiti grunge anni novanta. Hanno esordito con un fortunatissimo e acclamato album di matrice canterburiana (“The Winstons”, AMS Record 2016), a cui hanno fatto seguito concerti, happening e sciamanesimo.

Da qui un dvd live (Live in Rome ripreso all’Angelo Mai, AMS Records 2016) che ferma l’immagine del primo glorioso tour sold out. Poi un quarantacinque giri in omaggio al post punk inglese con la cover di “Golden Brown” degli Stranglers (AMS Records 2017). Ed infine un’uscita ‘colta’ con la riproposizione di “Pictures at an Exhibition di Modest Mussorgskij” (AMS Records /19’40’’ 2018). Il power trio, armato di forza e promulgatore di anarchia ancestrale, ha poi dato alle stampe “Smith” (Sony, 2019).

Ospiti d’eccezione i grandi amici Nic Cester dei JetMick Harvey dei Bad Seeds e a fianco di PJ Harvey, Richard Sinclair dei Caravan, Rodrigo D’Erasmo e Federico Pierantoni. Si sente il glam nelle ossa, si vedono i muri di cemento delle dittature culturali, si sente una sferzata di vento gelido rock’n’roll.

Ecco le date:

10.11.22 – Torino, Magazzino Sul Po (https://magazzinosulpo.com)

11.11.22 – Bologna, Covo Club (https://covoclub.it)

12.11.22 – Bloom, Mezzago (https://bloomnet.org/events)

13.11.22 – Venezia Mestre, Argo16 (https://argo16.it/)

Prezzo: 15 Euro/ 18 Euro in cassa

a cura di
Staff

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Versailles, fuori il nuovo singolo e le prime date
LEGGI ANCHE – Alex racconta il suo nuovo disco “Ciò Che Abbiamo Dentro”

Condividi su
Staff

Staff

La redazione di The Soundcheck: un branco di giornalisti, redattori, fotografi, videomaker e tanti altri collaboratori agguerriti provenienti da tutto lo Stivale pronti a regalarvi una vasta gamma di contenuti. Dalla semplice informazione artistico-culturale, fino ad approfondimenti unici e originali nel campo della musica, dell'arte, della letteratura e della cultura a 360 gradi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *