“Spy x Family”, un ritorno di fiamma

“Spy x Family”, un ritorno di fiamma
Condividi su

Manca davvero poco al rilascio della seconda stagione di uno degli anime più fortunati del momento. Per l’occasione ripercorriamo, quindi, i tratti salienti e gli eventi dell’opera

L’autunno ormai imminente non porta con sé solamente i primissimi freddi tipici della stagione. Gli appassionati di manga e dell’animazione sapranno infatti certamente che, a partire da ottobre, le cose si fanno incandescenti. Sono tanti i titoli in uscita, alcuni dei quali particolarmente amati dal pubblico. Non possiamo non menzionare il ritorno di My Hero Academia, giunto alla sesta stagione, o il debutto di Chainsaw Man e Blue Lock. Ad essi, come già detto, si unisce Spy x Family, che andrà in onda con un secondo arco narrativo.

Trailer della seconda stagione
Il manga

L’opera letteraria è ideata e illustrata da Tatsuya Endo ed edita da Shueisha. La serie è relativamente recente: compare stabilmente sulla rivista Shonen Jump+ dal 25 marzo 2019. Come di consueto, i capitoli pubblicati sono stati raccolti in nove tankobon, destinati sicuramente ad aumentare. Il 9 aprile 2022, invece, vede la luce il primo episodio della serie animata. Quest’ultima è stata capace di conquistare l’interesse degli spettatori, come dimostra la brevissima distanza intercorsa tra la fine della prima stagione animata e il rilascio della seconda, fissato per il primo giorno di ottobre.

La storia ruota attorno all’agente conosciuto come Twilight, la spia più affidabile della nazione di Westalis. Quest’ultima è la rivale dello stato di Ostania. I due paesi sono impegnati in un conflitto che ricorda la guerra fredda, caratterizzato da un clima di tensione costante e da una pace fin troppo apparente. A riprova di ciò, i servizi segreti per i quali lavora l’agente Twilight scoprono che lo stato di Ostania si prepara a far scoppiare una guerra vera e propria. Naturalmente, la missione di impedire che ciò accada è affidata proprio al nostro agente, che si ritrova tra le mani il destino del suo mondo.

Twilight, ora Loid Forger, uno dei protagonisti di Spy x Family
(Fonte: Pinterest)
La prima stagione

L’arco narrativo d’apertura di Spy x Family si concentra sull’avvio dell’Operazione Strix, ovvero la missione che porterà Twilight ad impedire l’inizio delle ostilità fra le due nazioni. Il principale obiettivo della spia è Donovan Desmond, il capo del principale partito di Ostania. Per poter avvicinare l’uomo, Twilight deve non solo costruirsi una nuova identità, ma anche crearsi dal nulla una famiglia. La via più diretta verso Desmond, infatti, sembra quella di entrare in contatto con suo figlio, un bambino di circa sei anni.

Arrivato nella nazione nemica col nome di Loid Forger, il protagonista si adopera subito per assicurare la riuscita del piano. Adotta quindi una bambina, Anya, che diventa a tutti gli effetti sua figlia. Questa, però, possiede dei poteri speciali. È in grado di leggere nelle menti altrui e, per questo, scopre immediatamente la vera identità di Loid, pur serbandone il segreto. Essere un (fittizio) padre vedovo e single non basta però per far ammettere Anya alla prestigiosa Eden Academy, la scuola che frequenta il figlio di Desmond. Per ovviare a questo problema, Loid decide di contrarre un matrimonio con Yor Briar, un’apparente semplice impiegata.

Anya Forger
(Fonte: Pinterest)

Anche la donna, però, nasconde qualche segreto. Di giorno lavora in ufficio, mentre di notte diventa uno spietato ed efficiente sicario denominato Thorn Princess. Il matrimonio con Loid è vantaggioso anche per lei, in quanto può così nascondere meglio la sua reale professione. A seguito dell’unione tra i due, Anya entra nella scuola non senza qualche difficoltà e riesce nell’impresa di conoscere Damian, il figlio di Desmond. I rapporti tra i due, però, sono tutt’altro che buoni. L’Operazione Strix si rivela incredibilmente ardua, ma Loid non può demordere. Come procederà essa lo scopriremo solo con le prossime stagioni.

Un successo

Il lancio di Spy x Family ha mandato in visibilio il pubblico. L’anime, infatti, ha da subito raccolto recensioni più che positive e un indice di gradimento altissimo. Le ragioni di questo trionfo risiedono, probabilmente, proprio nei personaggi. Il lieve alone di mistero che avvolge Loid e Yor è certamente parte del loro fascino, ma ciò che forse più cattura è il modo in cui si mostrano “normali”, in netto contrasto con le loro identità segrete. Per la maggior parte del tempo noi non vediamo la spia e l’assassina, ma due genitori sinceramente preoccupati per Anya.

Yor si mostra fin da subito incredibilmente protettiva con la bambina, ma pian piano anche il freddo e calcolatore Loid si affeziona sinceramente alle due. Davanti al modo in cui le relazioni tra i protagonisti si evolvono è impossibile rimanere indifferenti. L’atmosfera della prima stagione è stata rilassata e commovente grazie anche alla presenza di Anya, che interpreta il mondo e le missioni dei suoi genitori con la delicatezza e l’innocenza tipica dei bambini. Un connubio di fattori vincente, che si inserisce in una cornice di fatti abbastanza attuale.

Yor Forger, nata Briar
(Fonte: Pinterest)
Conclusioni

Spy x Family sta per tornare con nuove operazioni ed intrighi ed i fan non vedono l’ora. Anche noi siamo in trepida attesa per la seconda stagione di un’opera che difficilmente verrà scordata in breve tempo. Le premesse sono state ottime. Continuerà a tenerci incollati allo schermo? Tra poco lo scopriremo!

A cura di
Annalisa Barbieri

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE –50 anni per Lady Oscar: moda e manga si fondono grazie a MAX&Co
LEGGI ANCHE –“Ludwig”, le favole gotiche di Kaori Yuki
Condividi su
Annalisa Barbieri

Annalisa Barbieri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *