FeST – Il Festival delle Serie Tv torna con la sua quarta edizione!

FeST – Il Festival delle Serie Tv torna con la sua quarta edizione!
Condividi su

Lunedì 12 Settembre, alla Triennale di Milano, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della quarta edizione del FeST – Il Festival delle Serie Tv, che si terrà dal 23 al 25 Settembre proprio alla Triennale.

A presentare l’evento c’erano Vincenzo Digresti (Responsabile autore dei palchi entertainment), Laura Boi (Responsabile di Fest), Tommaso Sacchi (Assessore alla cultura di Milano), Marina Pierri (Direttrice Artistica), Aurora Leone (Comica e content creator) ed Edoardo Ferrario (Comico e content creator).

L’evento

FeST – Il Festival delle Serie Tv è un evento gratuito in collaborazione con Triennale Milano, il supporto dell’Ufficio a Milano del Parlamento Europeo e il patrocinio di APA – Associazione Produttori Audiovisivi.

La quarta edizione di FeST è sostenuta anche dalla media partnership con Radio Deejay, Radio Capital e OnePodcast.

I principali broadcaster – De Agostini Editore, Disney+, Paramount+, Prime Video, Netflix, Rai Fiction, Rai Kids, Sky e NOW, Warner Bros. e Discovery – saranno protagonisti di FeST con alcuni dei loro titoli del momento e i personaggi più amati con il fine di raccontare da un lato l’evoluzione della serialità stessa, e dall’altro indagare il suo rapporto con la realtà attraverso la rappresentazione. (Fonte: FeST)

La novità

La quarta edizione porta con sé un’importante novità, ovvero la nascita del FeST Education & Entertainment, una serie di incontri, workshop e open lessons dedicati al mondo dell’istruzione nel settore della serialità cinematografica e televisiva, in collaborazione con Accademie, scuole e università.

Ognuno di questi incontri sarà gratuito e sarà disponibile accedervi attraverso un’iscrizione.

Inoltre, grazie alla partnership con Mymovies, sarà possibile seguire tutte le masterclass della giornata in streaming sul sito ufficiale della testata.

Palchi principali

Anche quest’anno i palchi principali saranno 4 e ospiteranno le seguenti attività del FeST:

  • Main Stage: questo sarà il palco dedicato alle interviste e ai panel di intrattenimento con alcuni volti noti della serialità e dello spettacolo, come Maccio Capatonda, Greta Scarano e Matteo Paolillo.
    Inoltre, grazie alla partnership con Operà Music, ospite speciale del Main Stage sarà anche Nora Felder, music supervisor di Stranger Things, nonché vincitrice Emmy.
  • Industry Stage: sarà il luogo dove dialogheranno sullo stato dell’arte della serialità in Italia broadcaster, professionisti della regia, sceneggiatura e tutta la filiera produttiva dell’audiovisivo. Tra gli altri, interverranno la scrittrice bestseller Madeline Miller, il vincitore Premio Strega Mario Desiati, la scrittrice Laura Pugno e molti altri.
  • Area Kids: un palco dedicato ai contenuti seriali per bambini e ragazzi, proposti dai canali e dalle piattaforme a loro dedicati, laboratorio di regia con i protagonisti della fortunata serie One Wish di DeAKids, un workshop di narrativa proposto da Paramount+ e panel per i teen dai 6 ai 13 anni offerti da Rai Kids per i canali Rai YoYo e Rai Gulp.
  • L’Unstage: il palco fuori dagli schemi che si occuperà di dare voce alle nicchie cult con giochi e interazioni inaspettate tra serie tv e realtà. Ospite e protagonista principale di questo palco sarà il pubblico stesso che interagirà con personaggi provenienti dal mondo del web e dello spettacolo dal vivo, come Eytan Ballerini (divulgatore), Andrea Delogu (conduttrice e scrittrice) e molti altri.
Serial Awards

Domenica 25 Settembre ci sarà la seconda edizione dei Serial Awards, che sarà condotta da Aurora Leone e Edoardo Ferrario e si terrà al teatro di Triennale Milano.

Per il secondo anno i Serial Awards, premi attribuiti alle migliori serie tv italiane, sono stati votati da una giuria presieduta dalla direttrice artistica Marina Pierri e formata da persone esperte ed esponenti del settore.

Il tema di questa edizione

Quest’anno il tema del Festival sarà il Reframing Nature, la direttrice artistica Marina Pierri lo ha descritto così:

«Reframing Nature accende i riflettori sui significati che attribuiamo alla parola “natura” e sulle sue declinazioni nelle storie per la tv.
Reframing vuol dire dare una nuova cornice a un concetto, perché la cornice fa parte del quadro e ne modifica l’impatto su chi guarda. In gergo psicologico, implica l’atto di rimettere in prospettiva, ripensare a un determinato aspetto in molteplici maniere.

E, spesso, trasformarlo. È questo il primo passo nella costruzione di una consapevolezza da cui è impossibile prescindere.
Flora, fauna e mondo minerale non sono il fondale di cartone su cui si muovono i personaggi, ma personaggi essi stessi; così come l’umanità non solo vive nella natura, ma ne è integralmente parte.

Pensarsi come altro rispetto al pianeta, alle sue risorse, agli altri suoi abitanti umani e non umani, diviene impensabile.
Natura è un costrutto sociale: rappresenta quello che è lecito o illecito essere nella società a partire dal proprio corpo e dai ruoli che predetermina.

Natura è raccontare storie: il gesto più naturale che esiste per l’essere umano, quello capace di dare un senso alla realtà. 
Natura è convivenza delle differenze, locuzione che restituisce una connotazione orizzontale alla valorizzazione dell’unicità, chiave per l’accesso alla pluralità di punti di vista che le serie tv sono capaci di offrire.»

Impressioni sul FeST

L’evento porta con sé grande entusiasmo, era evidente negli occhi di tutti i rappresentanti presenti oggi sul palco e dalla partecipazione della stampa.
Il progetto ha tutte le intenzioni di evolversi e crescere anno dopo anno, introducendo nuove idee e nuovi eventi che coinvolgano tematiche interessanti e importanti, con ospiti di lusso.

La cosa che ho apprezzato di più è l’introduzione delle masterclass gratuite durante l’evento, questo consente agli ospiti di imparare divertendosi e di interagire con personaggi conosciuti ed esperti del settore.

La suddivisione in stage permette ai partecipanti di scegliere l’evento che trovano più interessante e dedicarsi a quello, ma allo stesso tempo crea difficoltà nel caso in cui ci fossero due eventi interessanti contemporaneamente.

Vi aspettiamo dunque a questa nuova edizione del FeST dove, ne siamo sicuri, ci sarà da divertirsi e da imparare.

a cura di
Edoardo Iannantuoni

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Better Call Saul e la storia dei fratelli McGill
LEGGI ANCHE – Recensione “Il talento di Mr. C”: Being Nicolas Cage
Condividi su
Edoardo Iannantuoni

Edoardo Iannantuoni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *