AltaRoma e i suoi volti: futuro firmato made in Italy

AltaRoma e i suoi volti: futuro firmato made in Italy
Condividi su

Le Nuove startup della moda ed il loro messaggio conquistano sempre di più il settore Fashion

Si è conclusa anche quest’anno la manifestazione AltaRoma, una settimana di moda rivolta agli emergenti e gli indipendente del fashion made in Italy, proposto in collaborazione con Vogue. Giornate tutte rivolte al futuro quelle tra l’11 e il 15 luglio nella Capitale.
Sulle passerelle collezioni Primavera-Estate 2022-2023 genderfluid e artigianato rigorosamente prodotto a mano sono state le tematiche che hanno infiammato questa edizione 2022. In un clima di apertura e dialogo, ma sempre competitivo data la partecipazione dei marchi al concorso Who is Next!

AltaRoma
AltaRoma sfilata di Francesca Cottone – Collezione genderfluid – fonte iODonna
Se si è indecisi su una scelta di stile si sa la migliore ipotesi è rivolgersi alla moda Italiana e ancor più a quella della sua Capitale

Nel centro dominato dai grandi nomi della Moda si è celebrata la “fashion week degli sconosciuti”, un evento che punta a far conoscere non solo stilisti di poca fama, ma anche a far riviere luoghi celebri, eppure non propriamente turistici come la sede stessa dell’evento l’Ex Caserma Guido Reni. Senza mai rinunciare allo splendore di Roma, portando comunque la sfida finale tra emergenti in Piazza Campidoglio, dove il vincitore Setchu PE23 di Satoshi Kuwata, ha avuto l’onore di condurre la sua sfilata; nella giuria compaiono designer di rilievo e fama internazionale come Pierpaolo Piccioli e Alessandro Michele, l’amatissimo direttore creativo di Gucci e portatore di grandi innovazioni e successi al brand.

AltaRoma
Premiazione di Setchu PE23 del designer Satoshi Kuwata – Fonte website mffashion

Silvia Venturini presidente della manifestazione da ben dieci anni e collaboratore per la ricerca di nuove strategie e materiali per Fendi, sostiene che eventi come questo sia fondamentali in quanto, come ha di recente affermato in un’intervista per iO Donna:

“La tecnologia è d’aiuto, la chiave però è collaborare tra firme del settore”


Del resto obiettivo di tali attività è attirare nuovi investitori importanti e magari far conoscere il festival riposizionandolo all’interno delle alternative simili.

Setchu PE23 del designer Satoshi Kuwata – Collezione Primavera – Estate- Fonte sito ufficiale del brand
AltaRoma è artigianato: nasce un nuovo trend

Per la primissima volta ad AltaRoma si sono esibiti ben 70 stilisti emergenti in contemporanea, che per tre giornate consecutive hanno occupato gli spazi dell’Ex Caserma con i loro capi. In un’ottica di promozione del imprenditoria del territorio ben 13 firme partecipanti sono laziali.
L’Hand-made è un settore che sta riaccendendo i cuori della generazione Z, la più ecologista di sempre, sempre dalle parole di Silvia Venturini assaporiamo la felicità per tale rinascita:

“Nel corso degli anni abbiamo fatto moltissimo progetti per avvicinare i giovani all’handmade. Per molto tempo si pensava che fosse una professione superata, oggi invece in questo mondo virtuale e immateriale nel quale siamo precipitati ritornare a fare delle professioni che hanno un contatto e un tocco umano è molto salutare, oltre che assolutamente cool”

Bellissime parole che riflettono lo spirito dell’artigianato, categoria che ora è un trend ma speriamo si instauri come settore duraturo.

Citarli tutti sarebbe impossibile, ma sicuramente tra i più valorosi progetti ritroviamo le splendide borse di Ni-Do, create artigianalmente nella provincia di Bologna. Potremmo definirle una rivisitazione delle O Bag, ma create con una marcia in più: una eleganza dallo stampo classico e immortale.

Ni-Do – Collezione borse – Fonte sito ufficiale del brand
Dal proprio laboratorio tessile agli schermi di Instagram

Per questi brand giovani e cool emergere è possibile anche autonomamente tramite il web, molti sono già celebri su piattaforme come Instagram e Tik-Tok. È proprio un’aria trendy e social quella che si può respirare tra questi giovani designer e le loro collezioni, sempre irriverenti e scherzose presentano come fulcro della loro concezione: calzature e accessori, gli elementi diventati i più cool del guardaroba negli ultimi anni.

Alessandra Milano – Scarpe Bellini – Collezione Primavera – Estate 2022 – 2023 – Fonte sito ufficiale del brand

Dalla città più fashion d’Italia Milano arriva Alessandra Colombo, ex studente presso l’Istituto Marangoni e Polimoda già lavoratrice per firme come Bottega Veneta, che per l’occasione presenta le sue scarpe firmate Alessandra MIlano, brand da lei fondato. Un sogno il suo diventato realtà e già apprezzato, il suo un tocco femminile leggermente retrò, presenta calzature create a Vigevano, scarpe con tacco e ciabatte flat squadrate dai colori accessi ormai caratteristica primaria del brand. Tutte rigorosamente presentate con il nome di un drink celebre delle estati italiane: il Bellini. Ma non solo ogni paio si presenta portando il nome di cocktail noti, oggetti che spera di poter vedere presto nei post delle It Girl per eccellenza. Le sue alcune delle novità più interessanti del festival, che le ha certo posto dei competitor da non sottovalutare.

Roma è energia creativa! Una forza che va sempre alimentata da eventi come AltaRoma pronta a nutrire lo spirito eccentrico dei più audaci emergenti italiani. Manifestazione a cui auguriamo lunghissima vita. Noi attendiamo già con ansia l’edizione del prossimo anno, e voi?

A cura di
Francesca Calzà

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Sfilata Dior Cruise 2022: l’Olimpo ad Atene
LEGGI ANCHE – trend unghie per l’estate 2022
Condividi su
Francesca Calzà

Francesca Calzà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *