Il tartan: la fantasia che unisce più generazioni

Il tartan: la fantasia che unisce più generazioni
Condividi su

Ma come indossarlo?

Il tartan, motivo legato ad una lunga tradizione nata in Scozia, rimane un grande classico da avere nel guardaroba. Ha spopolato nelle collezioni invernali 2020-2021 e sembra cavalcare l’onda anche della fall-winter di quest’anno.

Pensate che oggi è l’abito da cerimonia degli scozzesi, che lo utilizzano anche quando si sposano. 

Entra nel mondo della moda dopo la Seconda Guerra Mondiale. Quando il kilt diventa un capo popolare tra le persone comuni e non solo, persino le star hollywoodiane lo sfoggiano. 

Negli anni Novanta era la fantasia legata ai movimenti grunge, adesso rielaborata in una chiave molto più “bon ton” il tartan è un must. La moda, nel corso degli anni, l’ha fatto diventare un capo di uso comune anche nell’armadio della donna e la cosa migliore è che non conosce età. Marchi come Burberry, Vivienne Westwood, Etro e Alexander McQueen hanno reso negli anni il tessuto kilt una vera e propria icona.

Mulberry tartan
Mulberry collezione Fall-Winter 2021

Il capo per cui è più usato, è sicuramente la gonna, in tutte le versioni la severa gonna lunga, la minigonna, leggermente punk se abbinata ad un chiodo in pelle, e la versione di media lunghezza fino al ginocchio, più adatta per un look da ufficio. 

Un motivo, il tartan, che risulta molto fashion visto in passerella, ma nella realtà è difficile da valorizzare; purtroppo l’effetto pantofola o pigiama è dietro l’angolo. Abbinare il tartan appare particolarmente complesso, la scelta migliore è sempre trattarlo per quello che è una fantasia. Quindi puntare ad un abbinamento con capi monocromatici, ma volendo si può osare con outfit total look per mantenere un aspetto deciso. 

Olivia Palermo veste un cappotto in tartan nero, bianco e grigio

Possiamo abbinarci una camicia bianca, un dolcevita nero o blu, a seconda del fondo della fantasia, e d’inverno, calze super coprenti mantenendo le tonalità del nero o del blu. Oppure giocare con le sue linee, riprendendole in modo da creare un’unità cromatica. 

Basta un accessorio in tartan per dare un tocco contemporaneo ad un look sobrio ed elegante. Non è necessario indossare un capo con stampa! Per i meno audaci una sciarpa, una borsa o anche semplicemente un cappello sono sufficienti per ravvivare un outfit spento. Ovviamente in questo caso si consiglia di dare sfogo al colore, un singolo elemento ma che spicchi tra la folla.

tartan
Accessori in Tartan di Burberry

Mai abbinare fantasie tartan in colori diversi tra loro: l’effetto plaid è assicurato. Tuttavia, non esistono solo i quadri rossi, neri e verdi, le combinazioni più eccentriche sono state presentate negli anni con colori sgargianti o addirittura fluo. Ciò nonostante, se non siete persone troppo stravaganti, puntate su tessuti tartan che giocano con la scala dei grigi o dei blu, oppure sui quadretti trendy in colori pastello.

Per i più coraggiosi riprendere il classico tartan verde e rosso o giallo e nero, unito ad un paio di stivali in pelle, ancor meglio se degli anfibi, è la strada più veloce per creare un look rock dal sapore leggermente punk. Giocando sul limite tra l’abbigliamento femminile e maschile, si possono creare vestiti con camice a quadri o vestire pantaloni classici da uomo, abbinati ad una scarpa alta e una giacca in pelle.

tartan

Se ancora siete in confusione, sappiate che molte icone possono aiutarvi. Prima di tutto all’interno della famiglia reale inglese, d’altronde il pattern è loro per natura, Lady D e Kate Middleton hanno saputo portare alto lo stendardo di questa tradizione con looks eleganti e fieri. In secondo luogo, se necessitate di un’ispirazione più audace e moderna rispetto a quella della corte britannica, nomi come Olivia Palermo e Chiara Ferragni sono esempi perfetti. Due donne grintose che hanno basato il proprio successo e la carriera su sé stesse, sapranno come indicarvi la retta via per essere sempre hot anche con una texture così classica ed immortale. 

tartan
tartan

a cura di
Francesca Calzà

Seguici anche su Instagram!
Leggi anche – Nera Smith si racconta tra l’elettronica e l’indie
Leggi anche – “Uniti”, il nuovo inno pop-rock dei LOREN
Condividi su
Francesca Calzà

Francesca Calzà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *