La serie di Luciano Ligabue: “Ligabue – È Andata Così”

La serie di Luciano Ligabue: “Ligabue – È Andata Così”
Condividi su

Dal 12 ottobre, su RaiPlay, uscirà la docu-serie di nome “LIGABUE – È Andata Così”, su Luciano Ligabue, una storia di 7 capitoli sulle sue avventure insieme al ricordo di tutti coloro che l’hanno incontrato.

Ieri sera dal palco dei Seat Music Awards all’Arena di Verona in diretta su Rai 1, è stata annunciata “LIGABUE – È Andata Così”Una docu-serie speciale, dal 12 ottobre in esclusiva su RaiPlay, divisa in 7 capitoli (ciascuno composto da tre episodi della durata di 15 minuti). La docu-serie racconta l’avventura dei trent’anni su e giù da un palco di Luciano Ligabue.

La serie “LIGABUE – È Andata Così”, prodotta da Friends & Partners e Zoo Aperto, prende spunto dall’omonima autobiografia artistica di Ligabue e lo racconta per come lo conosciamo ma anche e soprattutto per come non lo si è mai visto.

Stefano Accorsi è il fedele complice del cantautore. In questa avventura televisiva, oltre a loro due, conta un’importante serie di testimonianze. Queste ricordano il periodo storico a cui via via gli episodi sono ancorati: Elisa, Francesco De Gregori, Pierfrancesco Favino e tantissimi altri.

Nella docu-serie “LIGABUE – È Andata Così” vi saranno aneddoti, curiosità ed esibizioni esclusive.

Luciano Ligabue è cantante, autore, regista, scrittore, padre di due figli. Da 30 anni, con il suo lavoro, tiene compagnia a generazioni di italiani.

Nato a Correggio nel 1960, ha cominciato a frequentare la musica attraverso l’esperienza giovanile nelle radio locali della provincia emiliana (da Radio Attiva a Mondoradio Rock Station). Arriva, poi, la sua prima band, gli Orazero, nella seconda metà degli anni ’80.

Fin dai suoi primi passi nel mondo della musica, Luciano Ligabue ha al suo fianco Claudio Maioli, collega ai tempi della radio e primo manager. Lui è il responsabile del primo concerto del gruppo. Dopo l’esaltante militanza sui palchi dei piccoli festival ‘di base’, Luciano Ligabue vive il suo primo momento di gloria con la pubblicazione, nel 1988, del primo 45 giri in vinile: 1000 copie contenenti i due brani “Anime in plexiglass” e “Bar Mario” pubblicate dall’ARCI di Modena come premio per aver vinto il Terremoto Rock.

Una carriera costellata di successi fino al 2020, l’anno di grandi festeggiamenti per i suoi 30 anni di straordinaria carriera.

Viene così annunciato l’evento “30 ANNI IN UN GIORNO” che inaugurerà anche la nuova RCF Arena al Campovolo di Reggio Emilia. I 100.000 biglietti disponibili vanno sold out quasi un anno prima. L’appuntamento è fissato al 12 settembre ma l’emergenza Covid-19 costringe a posticiparlo al 19 giugno 2021, modificando il titolo in “30 ANNI IN UN (NUOVO) GIORNO”.

a cura di
Sara Sattin

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Manu Chao – Acieloaperto – 9 settembre 2021
LEGGI ANCHE – “Adventureland”: gli Oregon Trees si reinventano e sperimentano
Condividi su
Sara Sattin

Sara Sattin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *