David di Donatello 2021: la notte degli Oscar del cinema italiano

David di Donatello 2021: la notte degli Oscar del cinema italiano
Condividi su

Come da tradizione è stato Carlo Conti il padrone di casa per la cerimonia di premiazione dei David di Donatello 2021, andata in onda ieri in prima serata su Rai Uno. Poche sorprese (fatta eccezione per Immigrato miglior canzone originale!), diverse conferme e tante emozioni. Una cerimonia appassionata e spesso commovente che ha riportato la giusta attenzione sul cinema italiano.

Volevo nascondermi di Giorgio Diritti porta a casa sette premi tra cui Miglior film e Miglior regia. Sophia Loren, emozionatissima, ritira il settimo David della sua carriera e Matilda De Angelis il suo primo per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose. Un solo premio, ed è un vero peccato, per il folgorante Favolacce dei fratelli D’Innocenzo che si aggiudica il riconoscimento per il Miglior montaggio.

“Il cinema nelle scuole, non nel pomeriggio”

Con queste parole Piera Detassis, presidente e direttore artistico dell’Accademia del Cinema italiano, riprende un passaggio del discorso di Pierfrancesco Favino. Chiamato sul palco ad annunciare il premio al Miglior documentario, Favino lancia un appello particolarmente accorato “ai Ministri, quelli che siano”. La richiesta è quella di insegnare il cinema e il teatro nelle scuole, “per favore non nel pomeriggio, ma durante le lezioni”.

L’attore ha poi sottolineato – con una leggera stoccata – che il discorso migliore della serata è stato quello della giovanissima Emma Torre. Emma ritira il premio postumo assegnato al padre Mattia Torre per la sceneggiatura di Figli. Emozionata, fiera e commossa, ricorda il papà e fa inumidire più di qualche occhio, in platea come a casa.

La standing ovation per Sophia Loren

Sophia Loren ritira il suo settimo David (su sette candidature) come Miglior attrice protagonista per La vita davanti a sè. Accompagnata dal figlio e regista Edoardo Ponti arriva sul palco in affanno per l’emozione. Il suo discorso di ringraziamento è un vero e proprio atto d’amore per il cinema.

“Se lo sapevo venivo”

In collegamento da casa, Luca Medici esordisce così commentando la sua vittoria, piuttosto inaspettata, per la Miglior canzone originale. Checco Zalone batte Laura Pausini con Immigrato (Tolo Tolo). Ironizza sul fatto che la sua famiglia stia già dormento e ringrazia l’Accademia “per il riconoscimento meritocratico”.

La giusta celebrazione del cinema italiano

La serata di premiazione dei David di Donatello 2021 ha rappresentato senz’altro una giusta celebrazione del cinema e del teatro italiano. Sandra Milo ha ritirato il David alla carriera, Enrico Brignano ha ricordato Gigi Proietti; le musiche di Ennio Morricone hanno punteggiato diversi momenti della serata.

Il giusto mix tra il ricordo e il riconoscimento che il cinema nostrano è vivo e vitale. In un anno difficilissimo è uscita una quantità di titoli che dimostrano che l’Italia, quando ci si mette d’impegno, non ha nulla da invidiare al panorama cinematografico d’oltreoceano.

Il 2020 ha portato Miss Marx, I predatori, Volevo nascondermi, Favolacce. I David di Donatello 2021 contribuiranno senz’altro ad aumentare quella voglia di cinema già così forte e presente. Rivolta al figlio Edoardo, Sophia Loren ha commentato che La vita davanti a sè, forse, potrebbe essere il suo ultimo film. “Ho ancora voglia di farne sempre uno perché io, senza il cinema, non so vivere”. Oggi, più che mai, nemmeno noi.

Tutti i vincitori dei David di Donatello 2021

Miglior filmVolevo nascondermi
Regia: Volevo nascondermi, Giorgio Diritti
Regista esordienteI predatori, Pietro Castellitto
Miglior sceneggiatura originaleFigli, Mattia Torre
Sceneggiatura non originaleLontano lontano, Marco Pettenello, Gianni Di Gregorio
Miglior produttoreMiss Marx, Marta Donzelli e Gregorio Paonessa per VIVO FILM con RAI CINEMA, Joseph Rouschop e Valérie Bournonville per TARANTULA BELGIQUE
Attrice protagonistaLa vita davanti a sé, Sophia Loren
Miglior attore protagonistaVolevo nascondermi, Elio Germano
Attrice non protagonistaL’incredibile storia dell’Isola delle Rose, Matilda De Angelis
Attore non protagonistaL’incredibile storia dell’Isola delle Rose, Fabrizio Bentivoglio
DocumentarioMi chiamo Francesco Totti di Alex Infascelli
Miglior film straniero1917 di Sam Mendes (01 Distribution)
David Giovani: 18 regali, di Francesco Amato

David di Donatello 2021: premi tecnici

Miglior fotografiaVolevo nascondermi, Matteo Cocco
Miglior compositoreMiss Marx, Gatto Ciliegia contro il Grande Freddo, Downtown Boys
Canzone originaleTolo Tolo – Immigrato (Musica e testi di: Luca Medici, Antonio Iammarino, Interpretata da: Luca Medici)
Miglior scenografiaVolevo nascondermi, Ludovica Ferrario, Alessandra Mura, Paola Zamagni
CostumistaMiss Marx, Massimo Cantini Parrini
TruccatoreHammamet, Luigi Ciminelli, Andrea Leanza, Federica Castelli
Miglior acconciatoreVolevo nascondermi, Aldo Signoretti
Miglior montatoreFavolacce, Esmeralda Calabria
SuonoVolevo nascondermi
Migliori effetti visiviL’incredibile storia dell’Isola delle Rose, Stefano Leoni, Elisabetta Rocca

A cura di
Anna Culotta

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – “Come in un sogno” di Alchimista
LEGGI ANCHE – “Buttati che è morbido”, il brillante esordio di Alessandra Tava
Condividi su
Anna Culotta

Anna Culotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *