Oscar 2021: i nostri pronostici sui vincitori

Oscar 2021: i nostri pronostici sui vincitori
Condividi su

Mai come quest’anno la cerimonia di premiazione degli Oscar 2021 avrà un andamento particolare. La pandemia ha colpito duramente il mondo dello spettacolo ai quattro angoli del mondo e il 2020, per il cinema, è stato senza alcun dubbio un annus horribilis. Ciò nonostante, pur con le necessarie restrizioni, la notte degli Oscar avrà il sapore di una festa.

La cerimonia si svolgerà il prossimo 25 aprile tra lo storico Dolby Theatre e la Union Station di Los Angeles. Le premiazioni avverranno tutte dal vivo; in presenza ci saranno i candidati per ciascuna categoria insieme ai relativi accompagnatori. Dopo aver dato uno sguardo ai favoriti in un’ottica generale, in attesa della serata più importante della Awards Season, abbiamo voluto lanciarci anche noi nelle nostre previsioni.

Ecco i nostri pronostici nelle 12 categorie “principali”.

Miglior film

Partiamo dal premio più prestigioso in assoluto, quello assegnato dall’Academy al miglior film della stagione cinematografica. Otto film uno meglio dell’altro, una gran varietà di tematiche e un occhio all’inclusività per una categoria fortissima. The Father, Judas and the Black Messiah, Mank, Minari, Nomadland, Promising Young Woman, Sound of Metal e The Trial of the Chicago 7 i candidati.

Nemmeno a dirlo, dopo aver dominato la categoria nei premi principali della Awards Season (Golden Globe, BAFTA, SAG e Critics’ Choice Awards), Nomadland di Chloé Zhao fa la parte del leone. Al netto di sorprese (mai da escludere), Nomadland ha una grossa ipoteca sull’ambita statuetta dorata.

Anna: Nomadland
Edoardo: Nomadland
Francesca: Nomadland
Gian Marco: The Trial of the Chicago 7
Marco: Nomadland
Silvia: Nomadland
Simone: Nomadland

Miglior regia

Thomas Vinterberg (Another Round), David Fincher (Mank), Lee Isaac Chung (Minari), Chloé Zhao (Nomadland) ed Emerald Fennell (Promising Young Woman). Questi i candidati per il premio alla Miglior regia agli Oscar 2021. Anche qui Zhao sembra essere una candidata fortissima, ma con Fincher alle calcagna la gara è comunque interessante.

Anna: Chloé Zhao (Nomadland)
Edoardo: Chloé Zhao (Nomadland)
Francesca: Chloé Zhao (Nomadland)
Gian Marco: David Fincher (Mank)
Marco: Chloé Zhao (Nomadland)
Silvia: Emerald Fennell (Promising Young Woman)
Simone: Chloé Zhao (Nomadland)

Miglior attrice protagonista

Categoria equilibrata e interessantissima, quella per la Miglior attrice protagonista, in cui tutte le interpreti hanno dato conferma (o prova) del loro talento. Con Frances McDormand come contendente c’è poco da stare tranquilli, anche per una vera gigante come Viola Davis, splendida in Ma Rainey’s Black Bottom. Oltre alle due sopra citate, le altre nominate sono Andra Day (The United States vs. Billie Holiday), Vanessa Kirby (Pieces of a Woman) e Carey Mulligan (Promising Young Woman). Ecco i nostri pronostici.

Anna: Carey Mulligan (Promising Young Woman)
Edoardo: Carey Mulligan (Promising Young Woman)
Francesca: Frances McDormand (Nomadland)
Gian Marco: Vanessa Kirby (Pieces of a Woman)
Marco: Carey Mulligan (Promising Young Woman)
Silvia: Frances McDormand (Nomadland)
Simone: Frances McDormand (Nomadland)

Miglior attrice non protagonista

Anche in questa categoria degli Oscar 2021 a farla da padrone sono equilibrio e talento. Le contendenti sono Maria Bakalova (Borat Subsequent Moviefilm), Glenn Close (Hillbilly Elegy), Olivia Colman (The Father), Amanda Seyfried (Mank), Yuh-Jung Youn (Minari).

Verrebbe voglia di tifare per Glenn Close, linfa vitale per lo spento Elegia americana, ma Yuh-Jung Youn e Maria Bakalova sembrano essere le principali favorite per l’Oscar di quest’anno.

Anna: Yuh-Jung Youn (Minari)
Edoardo: Glenn Close (Hillbilly Elegy)
Francesca: Olivia Colman (The Father)
Gian Marco: Glenn Close (Hillbilly Elegy)
Marco: Yuh-Jung Youn (Minari)
Silvia: Olivia Colman (The Father)
Simone: Yuh-Jung Youn (Minari)

Miglior attore protagonista

Riz Ahmed (Sound of Metal), Chadwick Boseman (Ma Rainey’s Black Bottom), Anthony Hopkins (The Father), Gary Oldman (Mank) e Steven Yeun (Minari). Questi i contendenti per il premio al Miglior attore protagonista agli Oscar 2021.

Quest’anno non c’è gara: Chadwick Boseman è destinato a ricevere il riconoscimento postumo per la sua grande prova in Ma Rainey’s Black Bottom. Talento vero, professionista solido e uomo di grande umiltà, Boseman è scomparso nell’agosto 2020 a soli 43 anni dopo una lunga malattia.

Anna: Chadwick Boseman (Ma Rainey’s Black Bottom)
Edoardo: Chadwick Boseman (Ma Rainey’s Black Bottom)
Francesca: Chadwick Boseman (Ma Rainey’s Black Bottom)
Gian Marco: Chadwick Boseman (Ma Rainey’s Black Bottom)
Marco: Chadwick Boseman (Ma Rainey’s Black Bottom)
Silvia: Anthony Hopkins (The Father)
Simone: Chadwick Boseman (Ma Rainey’s Black Bottom)

Miglior attore non protagonista

Doppietta per Judas and the Black Messiah che schiera in prima linea i suoi due talenti: Daniel Kaluuya e Lakeith Stanfield. C’è chi ha avuto i brividi durante il discorso di Kaluuya nei panni del presidente del Black Panther Party Fred Hampton e chi mente.

A fronte di una performance eccezionale non sarà facile strappare la statuetta di mano a Daniel Kaluuya, nemmeno per Stanfield o per Sacha Baron Cohen, monumentale in The Trial of the Chicago 7. Ma anche qui, non si sa mai. Gli altri candidati sono Leslie Odom Jr. (One Night in Miami…) e Paul Raci (Sound of Metal).

Anna: Daniel Kaluuya (Judas and the Black Messiah)
Edoardo: Daniel Kaluuya (Judas and the Black Messiah)
Francesca: Daniel Kaluuya (Judas and the Black Messiah)
Gian Marco: Sacha Baron Cohen (The Trial of the Chicago 7)
Marco: Daniel Kaluuya (Judas and the Black Messiah)
Silvia: Daniel Kaluuya (Judas and the Black Messiah)
Simone: Daniel Kaluuya (Judas and the Black Messiah)

Miglior sceneggiatura originale

Con un certo signore di nome Aaron Sorkin (The Trial of the Chicago 7) nella rosa dei candidati, a un primo sguardo i giochi potrebbero sembrare fatti. Peccato che Emerald Fennell, con Promising Young Woman abbia calato un asso che l’ha già fatta trionfare ai BAFTA e ai Critics’ Choice Awards. E quando in gara c’è una chicca di scrittura come Judas and the Black Messiah (Will Berson e Shaka King) la partita è quanto mai aperta.

Completano la categoria Lee Isaac Chung (Minari) e Darius e Abraham Marder (Sound of Metal). Vediamo i nostri pronostici per una categoria in cui è particolarmente difficile fare previsioni.

Anna: Emerald Fennell (Promising Young Woman)
Edoardo: Emerald Fennell (Promising Young Woman)
Francesca: Lee Isaac Chung (Minari)
Gian Marco: Aaron Sorkin (The Trial of the Chicago 7)
Marco: Lee Isaac Chung (Minari)
Silvia: Emerald Fennell (Promising Young Woman)
Simone: Aaron Sorkin (The Trial of the Chicago 7)

Miglior sceneggiatura adattata

Altro giro, altra categoria, ma qui i giochi sembrerebbero essere meno aperti. Sacha Baron Cohen con Anthony Hines e Dan Swimer (Borat Subsequent Moviefilm), Ramin Bahrani (The White Tiger), Christopher Hampton e Florian Zeller (The Father), Kemp Powers (One Night in Miami…) e Chloé Zhao (Nomadland).

Anche qui Nomadland sembra avere una possibilità concreta di portare a casa la statuetta. I nostri pronostici seguiranno questa linea?

Anna: Nomadland (Chloé Zhao)
Edoardo: Kemp Powers (One Night in Miami…)
Francesca: Christopher Hampton, Florian Zeller (The Father)
Gian Marco: Sacha Baron Cohen (Borat Subsequent Moviefilm)
Marco: Sacha Baron Cohen (Borat Subsequent Moviefilm)
Silvia: Nomadland (Chloé Zhao)
Simone: Nomadland (Chloé Zhao)

Miglior fotografia

Categoria fondamentale fra i premi tecnici, con una rosa di contendenti davvero eccezionale. Sean Bobbitt (Judas and the Black Messiah), Erik Messerschmidt (Mank), Phedon Papamichael (The Trial of the Chicago 7), Joshua James Richards (Nomadland) e Dariusz Wolski (News of the World).

Provate a indovinare chi ha dominato la Awards Season finora? Risposta esatta, è proprio Nomadland. Da non sottovalutare Mank che ha nella fotografia di Erik Messerschmidt uno dei pregi maggiori e che ha sbaragliato la concorrenza (Nomadland compreso) agli American Society of Cinematographers Awards.

Anna: Erik Messerschmidt (Mank)
Edoardo: Joshua James Richards (Nomadland)
Francesca: Erik Messerschmidt (Mank)
Gian Marco: Erik Messerschmidt (Mank)
Marco: Joshua James Richards (Nomadland)
Silvia: Joshua James Richards (Nomadland)
Simone: Joshua James Richards (Nomadland)

Miglior canzone originale

C’è un po’ d’Italia agli Oscar 2021, con Laura Pausini candidata insieme a Diane Warren per la Miglior canzone con Io sì (Seen) da La vita davanti a sé. Sappiamo già che si esibirà durante la cerimonia di premiazione, ma riuscirà a portare a casa anche la statuetta dorata? Vediamo gli altri candidati e i nostri pronostici.

oscar 2021

Fight For You (Judas and the Black Messiah), Hear My Voice (The Trial of the Chicago 7), Husavik (Eurovision Song Contest: The Story of Fire Saga), Speak Now (One Night in Miami…).

Anna: Speak Now (One Night in Miami…)
Edoardo: Io sì (Seen) (La vita davanti a sè)
Francesca: Io sì (Seen) (La vita davanti a sè)
Gian Marco: Io sì (Seen) (La vita davanti a sè)
Marco: Io sì (Seen) (La vita davanti a sè)
Silvia: Fight For You (Judas and the Black Messiah)
Simone: Hear My Voice (The Trial of the Chicago 7)

Miglior colonna sonora

Trent Raznor e Atticus Ross dominano la categoria con due candidature, una per Mank e l’altra per Soul (qui insieme a Jon Batiste). Gli altri candidati sono Terence Blanchard per Da 5 Bloods, Emile Mosseri per Minari e James Newton Howard per News of the World.

Anna: Trent Raznor, Atticus Ross, Jon Batiste (Soul)
Edoardo: Emile Mosseri (Minari)
Francesca: Emile Mosseri (Minari)
Gian Marco: Trent Raznor, Atticus Ross, Jon Batiste (Soul)
Marco: Trent Raznor, Atticus Ross, Jon Batiste (Soul)
Silvia: Emile Mosseri (Minari)
Simone: Trent Raznor, Atticus Ross, Jon Batiste (Soul)

Miglior film d’animazione

Guardando l’andamento dell’Awards Season si potrebbe dire che Soul è il Nomadland dei film d’animazione. Una gara in salita per gli altri contendenti, ma chissà che la serata di premiazione degli Oscar 2021 non riservi qualche sorpresa.

oscar 2021

Insieme a Soul, la rosa dei candidati comprende Onward, Over the Moon, Shaun, vita da pecora: Farmageddon – Il film e Wolfwalkers.

Anna: Soul
Edoardo: Soul
Francesca: Soul
Gian Marco: Soul
Marco: Soul
Silvia: Soul
Simone: Soul

A cura di
Anna Culotta / Edoardo Iannantuoni / Francesca Graziano / Gian Marco Manzo / Marco Manto / Silvia Ruffaldi
/ Simone Stefanini

Seguici anche su Instagram!

LEGGI ANCHEOscar 2021: candidati e pronostici
LEGGI ANCHE“Se la strada potesse parlare”: Baldwin racconta il razzismo prima di Black Lives Matter
Condividi su
Anna Culotta

Anna Culotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *