Stefania Tasca presenta “Odio”: un inno al volersi bene

Stefania Tasca presenta “Odio”: un inno al volersi bene
Condividi su

Odio è il primo singolo da cui prende il nome anche l’album di Stefania Tasca che tratta diverse tematiche dal pregiudizio, all’inadeguatezza e indifferenza. Il brano è un inno al volersi bene, riconoscendo i propri limiti e i propri difetti. “Amo ciò che odio anche di me” si canta alla fine del ritornello, con una piena consapevolezza.

Il videoclip tocca trasversalmente il delicato tema della violenza sulle donne, con la modesta intenzione di mostrare quella che normalità non è e non dovrebbe essere. Tutte noi siamo la protagonista, le ferite di una sono quelle di tutte noi, ma soprattutto non sono e mai dovrebbero essere le nostre scelte a farci sentire colpevoli. 

“Odio” è il titolo del tuo nuovo singolo, un brano che è un inno al volersi bene, riconoscendo i propri limiti e i propri difetti. Come si vede Stefania Tasca allo specchio?

Questa è una bella domanda..

Mi vedo in tanti modi diversi, ma sicuramente più matura e più consapevole non solo dal punto di vista musicale.

Vorrei che la vita frenetica ci permettesse , ogni tanto, di prendere del tempo per noi stessi e smussare quei difetti da cui ci difendiamo.

Mi vedo così, chiedendomi se faccio la cosa giusta o sbagliata.. ma in fin dei conti amando ‘’ciò che odio anche di me’’.

Il videoclip tocca trasversalmente il delicato tema della violenza sulle donne, con la modesta intenzione di mostrare quella che normalità non è e non dovrebbe essere. Raccontaci come è nata l’idea…

Ci capita spesso e volentieri di affrontare nel piccolo i problemi e i pregiudizi verso il mondo femminile.

Lavoro con un Team per lo più di donne e ci si aspetta che molti lavori siano prettamente maschili.

LEGGI ANCHE  "Soda Caustica" è il nuovo singolo dei LENIN!

Volevo girare un videoclip d’impatto come l’arrangiamento del brano e abbiamo pensato di affrontare il tema della violenza sulle donne, non tanto incentrato sull’atto violento in sé, ma su quello che è il prima e il dopo. Sulla quotidianità e l’imprevedibilità.. è sempre molto difficile trattare questo tema, soprattutto in un video.

Devo ringraziare tutti coloro che ne hanno fatto parte, perchè sono riusciti a realizzare alla perfezione  quello che avevo in mente.

Non bisognerebbe mai smettere di parlare di questi temi e chi fa il mio lavoro ha il dovere anche di mandare i giusti messaggi.

A breve uscirà anche il tuo album, tra le tematiche affrontate ci sono pregiudizio, inadeguatezza e indifferenza. Le canzoni in qualche modo riescono a volte anche ad essere salvifiche, il tuo vuole essere un messaggio rivolto a chi in particolare?

Ho cercato di immergermi e capire cosa spingesse le persone ad odiare.

Tutto l’Album gira intorno a questo concetto, con lo sfondo di una società che spinge più ad odiare e attaccare che risolvere.

Ogni canzone è rivolta a tutti coloro che hanno provato le stesse sensazioni almeno una volta nella vita, ma molti messaggi sono velati e li ho voluti nascondere dalla spensieratezza musicale.

Cosa pensi della scena pop odierna? Riesci a rispecchiarti in tutto ciò che ti circonda a livello musicale? 

Ascolto davvero molta musica e credo che pian piano le nuove uscite siano sempre più interessanti, ma faccio fatica a rispecchiarmi o ad etichettarmi in generale.

Ho deciso di fare questo nuovo album mescolando i generi e le varie influenze, con l’unico collante che è il concept dove, paradossalmente, è stata la musica ad adattarsi all’idea.

LEGGI ANCHE  Sanremo Giovani: chi sono i 65 finalisti
Se dovessi usare 3 aggettivi per descriverti come cantautrice, quali useresti?

Ambiziosa, indipendente,  testarda.

C’è un momento della tua carriera musicale di cui vai particolarmente orgogliosa? Qual è, invece, un sogno ancora non realizzato?

Sono molto felice di fare tutti i giorni, a piccoli passi, i lavori che amo. Per ora riesco a vivere di musica producendo mé stessa e tanti altri artisti.

I momenti di cui vado orgogliosa, sono stati quelli in cui sono riuscita ad essere lucida e concentrata per godermeli.. dall’ apertura del tour di Carmen Consoli a quella degli eiffel 65 etc.

Quest’estate, sono salita sul palco di Radio Deejay ed è stato incredibile. Stiamo aspettando il Release party dell’Album nuovo e già questo è un altro piccolo pezzo di  sogno che si avvera.

Di sogni..beh.. ce ne sono tanti, tutti i giorni.

a cura di
La Redazione

Seguici anche su Instagram!

LEGGI ANCHE – Non è un paese per maschi: Madame nuova stella del rap game
LEGGI ANCHE – Dileo: “Mi sento un artista in perenne costruzione”

Condividi su

Giulia Perna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *