Sanremo 2023 – Pagelle outfit della prima serata

Sanremo 2023 – Pagelle outfit della prima serata
Condividi su

Regna il total black nella prima serata di Sanremo 2023. Gli outfit fanno discutere sugli artisti ancor prima delle loro canzoni.

La prima serata di Sanremo si è già conclusa, ma le chiacchiere sono appena iniziate. Tutti, dagli appassionati di moda ai semplici curiosi, si soffermano sugli abiti che sfilano sul palco dell’Ariston di Sanremo. Come ha detto Benigni prima della sua interpretazione sulla Costituzione, “la musica racchiude tutta l’arte”, e l’arte racchiude tutte le espressioni, persino la moda. Che rappresenti uno stato d’animo, un credo politico o religioso, la moda è il miglior biglietto da visita che introduce pensieri e valori. Come noi, anche i nostri cantanti in gara si sono affidati all’arte del vestire come antipasto da assaggiare prima delle loro esibizioni.  Andiamo a vedere nel dettaglio le scelte con tutti i punti positivi e negativi.

Anna Oxa – “Sali”

L’alone di mistero è ciò che caratterizza la presenza della cantante a Sanremo. Con nessuna dichiarazione prima della serata, Anna Oxa è la prima ad esibirsi sul grande palco. Per questa entrata sceglie un abito lungo e scuro e un make-up naturale che però fa risaltare il gloss sui denti. L’acconciatura è spettinata e i tutto richiama Grimilde intenta ad avvelenare Biancaneve. Gli anfibi neri dalla suola spessa le danno un tocco più grintoso.
Voto: 1 di incoraggiamento

Gianmaria – “Mostro”

Il design su misura di Massimo Giorgetti, designer di MSGM, calza a pennello per gIANMARIA. Il nuovo Jasper di Twilight entra sul palco con camicia bianca sbottonata e pantalone nero elegante. Un bicolor vincente dalle linee contemporanee, accostato a un bracciale, un nodo blu, simbolo della lotta al bullismo.
Voto: 7.5 rifiutato ai casting di Twilight

Mr. Rain – “Supereroi”

Mr. Rain sceglie un tweed con lurex che luccica sotto i riflettori, ed è subito concorrenza con la giacca di Amadeus. Le spalle imbottite ricordano un pò Frankestein, ma il brand GCDS di Giuliano Calza prende subito la scena.
Voto: 7 il plagio

Marco Mengoni – “Due vite”

Versace si mostra con uno stile audace per il look di Marco Mengoni con pantaloni e camicia in pelle nera. La grinta è il minimo comune denominatore nell’esibizione del cantante.
Voto: 6 “se voglio ti prendo”

Ariete – “Mare di guai”

Ed è un mare di guai anche per il look scelto da Lorenzo Posocco. Lo stylist ha optato per la cantante il brand Marni con pantaloni neri e blazer rosso fuoco, accompagnati da una camicia bianca lunga fino a metà coscia. Sulla carta tutto bello, dal vivo sembra appena uscita dal tombino di IT. Lo styling dei capelli effetto bagnato e il trucco occhi intenso non fanno altro che confermare il richiamo.
Voto: 3 Biancaneve sotto acidi

Ultimo – “Alba”

Lo stile di Ultimo, sempre minimalista, si ripropone con Giorgio Armani con gilet a zip e delle sneakers. Un total black ravvivato solo dai suoi tatuaggi in bella vista sulle braccia.
Voto: 5 tuta da sub reinventata

Coma_Cose – “L’addio”

La decisione di portare sul palco l’omaggio alla grande stilista Vivienne Westwood risulta controversa. California in un abito lungo di paillettes oro che fascia il corpo e Fausto Lama in un completo tartan verde abete. Gli abiti sembrano portare avanti la rappresentazione delle due anime della stilista da poco scomparsa, che però sul palco dell’Ariston si amalgamano con difficoltà.
Voto: 6 due armadi diversi

Elodie – “Due”

Un look che fa parlare molto e soprattutto divide in due il pensiero popolare. La regalità e il portamento della cantante romana è messa fuori discussione, anche se nella serata di ieri il tutto è stato un po’ oscurato dal grosso soprabito nero piumato. Al di sotto troviamo una tuta intera trasparente che lascia intravedere il body nero.
Voto: 7 parola chiave: cigno nero

Leo Gassmann – “Terzo cuore”

La scelta ricade su Emporio Armani per il giovane cantante, vincitore dell’ultima edizione di Sanremo Giovani. Un classico completo reso particolare dalla palma, simbolo di Sanremo, raffigurata al lato sinistro della camicia bianca.
Voto: 6.5 pecca di inventiva

I Cugini di Campagna – “Lettera 22”

I cinquanta anni di carriera non spaventano i nostri Cugini di campagna che entrano a gamba tesa sul palco di Sanremo con il marchio di fabbrica: le scarpe con la zeppa. Il pezzo forte ovviamente sono le quattro tute in paillettes argentate.
Voto: 8 fermi agli anni ’70

Gianluca Grignani – “Quando ti manca il fiato”

Grignani si ripropone nel suo confort total black, stavolta con decori brillanti su giacca e pantaloni. Capelli raccolti all’indietro e i suoi amati occhiali da sole, tratto ormai inconfondibile dell’artista.
Voto: 6 senza infamia senza lode

Olly – “Polvere”

Il look è curato da Lorenzo Oddo con un tono di freschezza. Pantalone nero sartoriale, t-shirt bianca e giacca rosa in contrasto allo scollo a scialle nero. Sneakers bianche per completare il l’outfit.
Voto: 8 in palette

Colla Zio – “Non mi va”

I Colla Zio invadono il palco con la loro musica piena di colori. Letteralmente. Alcuni potrebbero criticarli come la nuova collezione degli evidenziatori Stabilo, e invece la loro stylist Aurora Zaltieri non poteva rappresentare in modo migliore l’umore della loro canzone con colori e texture tutti diversi fra loro.
Voto: 9 eterogeneità invasiva

Mara Sattei – “Duemilaminuti”

Mara Sattei è l’ultima ad esibirsi nella prima serata di Sanremo e lo fa con un abito classico, ma audace firmato Armani Privé. Lungo abito nero in velluto, accompagnano le forme della cantante con scollo a V vertiginoso e una schiena lasciata completamente scoperta.
Voto: 8.5 osé elegante

a cura di
Rebecca Puliti

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Sanremo 2023 – Pagelle della 1^ serata
LEGGI ANCHE – Piero Pelù torna live con “Tour Estremo Live 2023”
Condividi su
Rebecca Puliti

Rebecca Puliti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *