Morcheeba – EstEstate Festival, Este – 6 Luglio 2022

Morcheeba – EstEstate Festival, Este – 6 Luglio 2022
Condividi su

I Morcheeba, una delle band più importanti della storia del trip-hop ha fatto tappa al castello Carrarese di Este (PD) mercoledì 6 Luglio

Prima data italiana per i Morcheeba e si parte da EstEstate, rassegna musicale organizzata al Castello Carrarese di Este. Una venue perfetta soprattutto per il sound atmosferico della band inglese.

Arriviamo ampiamente in anticipo e abbiamo tutto il tempo per bere un paio di birre nella zona concerto, il pubblico arriva lentamente a flusso continuo e la biglietteria viene presa d’assalto per l’acquisto dell’ultimo minuto.

A differenza del concerto di Zucchero avvenuto giusto un paio di giorni prima e segnato dal diluvio universale, la data dei Morcheeba è graziata sotto tutti i punti di vista.

Niente afa, un po’ di brezza, nessuna zanzare, insomma; ci si può godere il concerto al meglio.

A pochi minuti dall’inizio del concerto, il pubblico sta ancora arrivando e prendendo posto. Ammetto che vedere le sedie sotto palco fa ancora un certo effetto e questo, all’inizio della serata, diventerà un “piccolo problema”.

E si inizia

Arrivano sul palco i Morcheeba e gli occhi sono tutti per Skye Edwards che si presenta con un grande cappello ed un vestito coloratissimo. Con “The Sea” ci tuffiamo direttamente nel mare dei “meravigliosi anni ‘90” e la voce di Skye ci avvolge.

Col trip-hop, si sa, rimanere fermi e seduti non è proprio il massimo e per questo parte del pubblico con il secondo brano si alza e corre sotto palco per fare foto, ballare e cantare.

Questo crea il primo ed unico intoppo della serata. La security intima alle persone sotto palco di tornare a sedersi, la folla radunata non vuole. Tra l’altro ci sono le persone sedute in prima fila, quindi che si fa?

Skye chiede alla security di andarci piano, si intuisce che la band vorrebbe tutti in piedi a ballare ma no, non si può. Ad inizio terzo brano la band si ferma ed esce dal palco. Qualche minuto di silenzio e quando tornano è la stessa Skye a dire ai fan che possono sì stare in piedi ma al posto assegnato.

Una magra consolazione sia per il pubblico che per la band stessa.

Non solo brani tratti dall’ultimo album “Blackest Blue” ma anche i più iconici e amati della band come “Blindfold”, “Big Calm” e soprattutto, in chiusura, “Rome Wasn’t Build In A Day”.

La voce di Skye insieme al sound dei Morcheeba riempie le pareti del Castello Carrarese e regala ai presenti un’ora e mezza di magia sonora.

A fine concerto, impossibile non notare i sorrisi del pubblico che lentamente esce dal castello o che si ferma per bere un’ultima birra. Purtroppo la band non si è fermata a salutare i fan ma qualche fortunato è riuscito comunque ad avere un autografo al volo.

EstEstate si conferma, per il secondo anno, una bella realtà non solo di Este ma dell’intero territorio veneto.

Prossimi appuntamenti:

7 Luglio – Pucci
8 Luglio – Omaggio a Ennio Morricone
12 Luglio – Oblivion
13 Luglio – Gaia, Hu, VV
15 Luglio – Coez
16 Luglio – Fabrizio Moro

a cura e foto di
Enrico Dal Boni

Seguici Anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Ricky Ferranti racconta il nuovo album
LEGGI ANCHE – “Castelli di rabbia”, l’esordio di Alessandro Baricco
Condividi su
Anna Bechis

Anna Bechis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *