Stranger Things 4 pt.2: il cerchio si chiude! (SPOILER!!!)

Stranger Things 4 pt.2: il cerchio si chiude! (SPOILER!!!)
Condividi su

Dal 1 luglio sono disponibili, su Netflix, gli ultimi due episodi di Stranger Things 4, la Serie Tv Evento con protagonisti Millie Bobby Brown, Finn Wolfhard, Noah Schnapp, Sadie Sink, Gaten Matarazzo e Winona Ryder. 
Alla regia, i soliti Duffer Brothers ci regalano un Finale di Stagione da cardiopalmo, ricco di citazioni, pathos e tanto tanto tanto divertimento! 

1 luglio 2022. 

Stranger Things torna, ancora una volta, nelle nostre case con un attesissimo Finale di Stagione, e lo fa nel migliore dei modi, con due episodi conclusivi – o forse sarebbe meglio dire due film! – che vanno a chiudere il cerchio, lasciando comunque spazio, nella mente dei fan, a nuove e numerose teorie! 

Gli ultimi minuti, che ci proiettano in una futura Hawkins apocalittica dove mondo reale e Sottosopra sembrano destinati a collidere, strizzano l’occhio a un probabile – ed inevitabilmente tanto atteso – ritorno di Vecna, in un’ultima quinta stagione che, quasi sicuramente, non verrà rilasciata prima del 2024! 

La quarta stagione di Stranger Things, costata a Netflix la bellezza di 270 milioni di dollari (per un budget di 30 milioni di dollari ad episodio, secondo le stime), si conferma prodotto di punta della nota casa di distribuzione.
Un dato di fatto ormai noto a tutti, sottolineato dalla scelta, compiuta da Netflix, di modificare il proprio logo in apertura della serie, adattandolo al tema di Stranger Things. Operazione che viene attuata pochissime volte dalle majors (ricordiamo la Warner, nel caso di “Harry Potter”), e che testimonia la volontà di rendere questa Serie Tv un prodotto iconico, destinato a perdurare nel tempo! 

Stranger Things, ad oggi vero e proprio fenomeno mondiale (capace di mandare in down il sito, al momento del rilascio del Finale di Stagione, per intenderci), ci aveva conquistato fin dalla prima stagione, perdendo però un po’ di mordente nel corso della terza. 

Con questi ultimi nove episodi, invece, la serie torna sui suoi passi e, sebbene non esente da difetti, riesce nel suo intento, regalandoci una sfilza di momenti iconici e di personaggi indimenticabili, destinati ad entrare a pieno titolo nei cuori dei fan! 

Concentriamoci, dunque, su questi ultimi, rivelandovi tutto ciò che abbiamo amato in questo entusiasmante Finale di Stagione! 

1. La triste fine del Dottor Brenner 

Come già scritto nella scorsa recensione, Brenner si rivela, ancora una volta, uno dei personaggi più complessi e meglio scritti di tutto Stranger Things!
La sua ricorrente ambiguità, la scarsa etica dietro al suo agire e i numerosi secondi fini che persegue – e che determinano le sue scelte -, sono caratteristiche fondamentali del personaggio. Attributi, che ci consentono di comprendere a pieno Brenner, conferendogli uno spessore davvero degno di nota, inusuale per un personaggio secondario appartenente ad una serie di questo tipo! 

Nell’ottavo episodio della quarta stagione, intitolato “Papà”, l’enigma sulla vera natura del dottore viene finalmente svelato. 

Brenner cerca di dissuadere Undici dall’affrontare Uno, dicendole che non è pronta e che lo sforzo che questa impresa richiederà sarà enorme, al di sopra delle sue attuali capacità.
Non riuscendo a convincerla, decide di rinchiuderla con l’uso della forza, in parte convinto di quello che afferma, in parte spinto dal sentimento paterno che prova per la ragazza, che scopriamo essere – con nostra grande sorpresa – fortemente radicato in lui.

Una rivelazione shock, su un personaggio fatto di luci e di ombre, condizionato, in ogni sua azione, da un forte senso di paternità. Questo legame, di natura prettamente egoistica, che Brenner sente per i suoi figli, è posto da lui al vertice, prevalendo sulla sicurezza e la tutela del Bene comune, che più volte vengono messi a repentaglio dal suo folle agire.

Come quando il dottore, credendo Henry ancora “vivo nell’oscurità”, l’aveva fatta setacciare ad Undici, provocando l’apertura del portale e scatenando su Hawkins la furia del Mind Flayer e di tutti gli altri mostri. 

“Tu.

Tu hai messo a rischio ogni cosa!

Tu hai mentito.

Tu mi hai mandata a cercarlo! Il portale. Il Mind Flayer. Tutti quei mostri. 
E tutto per colpa tua. Perché non sei riuscito a fermarti.
Perché non l’hai lasciato andare!” 

Undici, Stranger Things 4, Netflix, 2022 

Per proteggere lei e Uno, Brenner rinchiuderà Undici, nel tentativo di impedire uno scontro mortale tra i due, ma il suo piano andrà in frantumi con l’arrivo delle forze armate americane.
Nel tentativo di portare in salvo la figlia, il Dottor Brenner verrà ferito. Abbandonato a terra, morente, disattiverà il collare di costrizione di Undi, chiedendo alla ragazza di capire il vero motivo del suo agire, ovvero l’amore che prova per lei

“Undici, voglio che tu sappia quanto sono fiero di te.
Tu sei la mia famiglia. La mia bambina. Ho sempre solo cercato di aiutarti e di proteggerti.
Tutto ciò che ho fatto, l’ho fatto per te.
Ho bisogno che tu lo capisca. Ti prego, dimmi che lo capisci. 
Ti prego. “ 

Dottor Brenner, Stranger Things 4, 2022
2. Il lato oscuro di Undi e Max 

“Addio, papà.” 

Undici, Stranger Things 4, Netflix, 2022

L’ottava puntata si conclude così. 

Dopo aver riflettuto per qualche istante sulle parole di Brenner, dopo essersi scrutata dentro, alla ricerca di un perdono destinato a non arrivare mai, Undici decide di chiudere così il rapporto col padre.
In modo netto, lapidario.
Definitivo. 

Undici si guarda intorno, in mezzo alla polvere e alla desolazione di quel luogo. Nel suo sguardo non c’è comprensione. Non c’è pena, né perdono. 

Ci sono azioni che non si possono cancellare, nonostante siano state portate avanti con le più nobili intenzioni. Tutto il dolore, la sofferenza, il sangue versato da Brenner non svaniranno al suono di discorsi strappalacrime. Questo Undici lo sa bene, e per questo motivo non riesce a perdonare il padre, abbandonandolo a terra, a morire. 

E mostrandoci, ancora una volta, quanto l’animo umano sia uno scrigno complesso, difficile da aprire, contenente luci splendenti, ma anche altrettante ombre.
Fornendoci un’immagine esatta della natura umana, che non è perfetta e non aspira ad esserlo, ma che semplicemente è. 

Lo stesso discorso si può fare in riferimento a Max. La ragazza rivela a Vecna i suoi pensieri peggiori, portando avanti il piano, ma facendo finalmente capire agli spettatori perché si senta in colpa per la morte del fratellastro.

Le parole di Max pesano come macigni, difficili da cancellare, e ci rivelano i suoi pensieri più oscuri. Una parte della verità, che, per quanto spiacevole, è reale. 

“Ho pensato a ciò che hai detto. Del fatto che volevo che mio fratello morisse.

Ho pensato che volessi turbarmi. Farmi arrabbiare.
Ma non era così vero? Stavi dicendo la verità.

Billy rendeva la mia vita un vero inferno, ogni volta che poteva. Così, qualche volta, mi mettevo a letto di notte, e pregavo che gli succedesse qualcosa. Qualcosa di terribile.

Io sapevo che correva troppo. Lo immaginavo schiantarsi, morire in quella stupida auto. Io volevo che Billy uscisse dalla mia vita, per sempre. Io volevo che sparisse.

Il giorno che è morto è proprio per questo che sono rimasta impassibile. Non perché fossi spaventata, stremata. Ma perché non sapevo se meritava di salvarsi.

Ora cerco di perdonare me stessa. Ci ho provato. Non riesco.
Non riesco.
Così ora quando sono a letto di notte, io prego che succeda qualcosa a me. Che succeda a me qualcosa di terribile.

È per questo che sono qui. Perché voglio solo che tu mi porti via.
Voglio che tu mi faccia sparire.”

Max, Stranger Things 4, Netflix, 2022
3. Rubrica per Cuori Infranti

Piccolo spazio dedicato ai fan più romantici, e a tutti quelli che si sono visti spezzare il cuore, almeno una volta nella vita.
Una sorte infelice, che però li accomuna ad alcuni personaggi della serie, i cui sentimenti vengono ripetutamente sminuiti, ignorati, calpestati. Personaggi dal cuore enorme che sapranno, in un modo o nell’altro, trovare il loro happy ending. 

William l’Indichiarato  

Al primo posto, in questa nostra Rubrica, troviamo il giovane Byers, e chi, come lui, non riesce a confessare il proprio amore, per un motivo o per un altro. 

Nell’ottavo episodio della serie scopriamo finalmente i veri sentimenti di Will e ciò che il ragazzo ha rappresentato sul suo dipinto: in esso, infatti, compare l’intero gruppo di amici, intento a sconfiggere un drago. In prima fila, armato di tutto punto, si trova Mike, l’unico che – a detta di Will – li ha “sempre ispirati e guidati”.

Sullo scudo di Mike è raffigurato un cuore, simbolo di come egli rappresenti l’organo fondamentale della compagnia, colui che li tiene uniti e impedisce loro di crollare.
Questo discorso, fatto da Will, con gli occhi lucidi, a bordo del pulmino di Argyle, colpisce per la sua semplicità e bellezza.

Il ragazzo descrive come Undi si è sentita, soffermandosi sul senso di solitudine ed inadeguatezza provato dalla ragazza nel periodo di tempo passato lontano da Mike. All’occhio attento dello spettatore – e a quello di Jonathan, che osserva la scena dallo specchietto retrovisore -, però, non può sfuggire come Will stia parlando anche di se stesso, esprimendo i suoi veri sentimenti.

In quegli occhi velati di lacrime, in quel pianto soffocato, con lo sguardo rivolto verso il paesaggio, fuori dal finestrino, si consuma tutto il dolore di Will Byers. Egli è consapevole dell’amore che lega l’amico ad Undici, e rinuncia a lui, spingendolo nuovamente tra le braccia della ragazza. 

Un gesto nobile e pieno di sacrificio, privo di qualsiasi forma di egoismo, che riesce a compiere solo chi ama profondamente.

Perché, in fondo, l’Amore vero è questo.
Non vuol possedere, o esser posseduto.

L’Amore vuole soltanto amare. 

Steve il Malcorrisposto  

Al secondo posto abbiamo Steve, il cui amore per Nancy è ormai ben chiaro a tutti fin dall’alba dei tempi, eccetto che alla diretta interessata, che finge di non accorgersi dei chiari segnali lanciatile da Harrington (occhi a cuoricino, istinto protettivo, sguardi intensi e lascivi), per non dover far probabilmente i conti con una scelta – e con l’arrivo imminente del fidanzato! 

Sulle note di “Fire and Rain”, in sottofondo, Steve rivela alla ragazza i suoi sogni futuri: una famiglia numerosa di sei figli, tre femmine e tre maschi, con cui girare in camper per il Paese, ogni estate, facendo poi rotta verso qualche bella spiaggia californiana, dove prendere il sole e fare surf. 

Un progetto di vita – quello riguardate la cucciolata Harrington – che metterebbe in fuga qualsiasi donna! 

Tuttavia, nel cuore di Steve Harrington c’è posto solo per una ragazza, Nancy Wheeler.
Ed è proprio nell’ultima puntata della quarta stagione che Steve le dichiara il suo amore, rivelando finalmente i suoi sentimenti, che il tempo non è riuscito a cancellare!

La reazione titubante di Nancy non è delle migliori, tuttavia la ragazza si dimostra seriamente impressionata dal cambiamento avvenuto in Steve, come rivelerà a Jonathan, in seguito a una battuta infelice fatta da quest’ultimo. 

Cosa succederà nella quinta stagione?
Nancy cambierà idea, dando fine a questo triangolo una volta per tutte? Solo il tempo ce lo dirà.
Fino ad allora, sempre e solo #TeamSteve

“Sono sempre stato molto sicuro di me, ma sono anche un idiota. Il che è anche una combinazione esplosiva.
Ma la buona notizia è che se mi danno una botta in testa posso cambiare, capisci?
Posso imparare. Posso gattonare in avanti.
Quello che sto cercando di dire con uno stupido giro di parole è…grazie.”

“Grazie? A me? Per…?” 


“Hai dato alla mia testa la più grande botta della sua vita, due anni fa.
Mi serviva.
Me l’hai cambiata, la vita. E ora sto strisciando in avanti lentamente.
Solo che qualche volta mi chiedo… se un’altra mi avesse dato una botta prima che ci incontrassimo, sarebbe andata diversamente?
Se ci fossimo incontrati per la prima volta adesso, una parte di me pensa – non lo so – che ce l’avremmo fatta.”

“Steve…” 

“Ti ricordi di quel sogno che avevo? Con il camper, girare il paese con i miei sei cucciolotti?
È tutto vero, fino all’ultima parola.
Ma ho tralasciato una parte, ed è la parte più importante.
Tu eri lì. Sei sempre stata lì.” 

Steve Harrington e Nancy Wheeler, Stranger Things 4, Netflix, 2022
Robin l’Insicura 

Passiamo ora a Robin, un personaggio con caratteristiche e comportamenti molto comuni, in cui molti sicuramente si rivedranno.

La ragazza è una vera propria frana. Piena di insicurezze e da sempre inconsapevole del suo valore, viene costantemente spalleggiata da Steve, che cerca di infondere un po’ di forza nell’amica, per aiutarla ad affrontare i suoi primi problemi di cuore.

Robin è infatti alle prese con una nuova crush, Vickie, una ragazza che suona nella sua stessa banda, al liceo di Hawkins. Nonostante la giovane sia sicura dei sentimenti che prova per la compagna, qualcosa la trattiene.


La paura di mettersi in gioco, di esporsi in prima persona rivelando ciò che prova, incorrendo nella possibilità non solo di essere rifiutata, ma d’essere messa alla berlina per la rivelazione del suo orientamento sessuale, la paralizzano.

Robin è consapevole di come ancora, negli anni ‘80, la sua vera natura sia soggetta a critiche, malignità e dicerie, e per questo non se la sente di rischiare, limitandosi ad osservare Vickie da lontano.
Nonostante sappia, dentro di sè, che la compagna sia “quella giusta”.

Dopo averla incontrata alla War Zone e aver assistito a un bacio tra lei e il rispettivo fidanzato, Robin fugge via, col cuore spezzato, sotto lo sguardo impotente di Vickie, che sembra ricambiare i sentimenti della ragazza, senza però aver l’audacia di esporsi in prima persona. Atto di coraggio che compirà, invece, nel corso dell’ultima puntata, rivelandole di aver chiuso con il fidanzato e dando così inizio ad una possibile storia d’amore tra le due, che verrà probabilmente inserita nella quinta stagione. 

4. Citazioni horror di un certo spessore

Ancora una volta, la serie racchiude in sé tante piccole citazioni sulla cultura cinematografica e letteraria degli anni ’80.

Nel Finale di Stagione saltano principalmente all’occhio quelle relative a due horror iconici, entrati a far parte della storia del genere e dell’immaginario collettivo.
Sto parlando di “Halloween”, il film del ‘78 di John Carpenter, qui omaggiato da Eddie, che si aggira di soppiatto indossando, per non farsi riconoscere, una famosa maschera bianca, quella di Michael Myers.

Ma anche di “IT”, il più celebre romanzo del Re degli Horror, Stephen King, i cui riferimenti sono frequenti e si ripetono per tutto l’ultimo episodio.
Un esempio?

La scena con i palloncini blu del Ballo d’Inverno, che scoppiano, uno ad uno, ricolmi di sangue. Creel House, dimora di Vecna, un chiaro richiamo alla casa abbandonata infestata da IT, al n. 29 di Neibolt Street. O l’aspetto di Max, che, nuovamente vittima di Vecna, con gli occhi spiritati e, successivamente, in coma in un letto d’ospedale, ricorda molto la sorte di Audra, caduta in stato catatonico dopo aver contemplato la vera forma di IT. 

Anche la fine di Hawkins, col suolo attraversato da profonde crepe, rievoca il terremoto che si scatena su Derry, alla morte del mostro. 

La quarta stagione è, inoltre, ambientata nel 1986, anno d’uscita del celebre romanzo di Stephen King! 

Coincidenze?
Io credo di no! 

5. Piccola news per gli amanti degli horror

I Duffer Brothers dirigeranno, per Netflix, una nuova serie horror, tratta da un noto romanzo di Stephen King, “Il Talismano”. 

Il nuovo progetto sarà prodotto nientepopodimeno che da Steven Spielberg, grande amante dell’opera, di cui aveva acquisito i diritti per la trasposizione già nel lontano 1982!
Due anni prima della sua uscita, avvenuta nel 1984! 

Non ci resta, dunque, che attendere, sperando in un nuovo capolavoro per il genere horror! 

6. L’eroica fine di Eddie Munson 

“Stammi ad ascoltare. Non ci sarà più nessuna ritirata, per Eddie l’Esiliato!” 

Eddie Munson, Stranger Things 4, Netflix, 2022 

Già da queste poche parole, chiunque avrebbe potuto capire l’inevitabile, tragica sorte di Eddie Munson, il nuovo divertentissimo personaggio in coppia con Steve e Dustin in questa quarta stagione di Stranger Things. 

I tre hanno costituito, nel corso di questa nuova stagione, un rapporto di brotherhood crescente, basato sulla profonda stima di Dustin nei confronti dei due amici (che vede come punti di riferimento), e su un misto di gelosia e ammirazione provata da Steve e da Eddie l’uno nei confronti dell’altro. 

Durante l’ottavo episodio, Eddie scherza e gioca con Dustin, proprio come farebbe un bravo fratello maggiore, e, in un momento di grande tenerezza, lo esorta a non cambiare mai, in futuro, per nessun motivo. 

“Non cambiare mai, Dustin Henderson. Me lo prometti?”
“Non pensavo di farlo.” 

Eddie e Dustin, Stranger Things 4, Netflix, 2022

Stranger Things ci ha abituato, nel corso delle stagioni, a non affezionarci troppo a personaggi secondari appena introdotti, perché sottoposti ad una tragica fine precoce.

Eddie non è da meno.
Sulle note di “Master of Puppets”, dopo averci regalato il miglior concerto metal della storia sui tetti del campo caravan, aiuta Dustin a mettersi in salvo dai demopipistrelli, decidendo di sacrificarsi, e guadagnando così un po’ di tempo per Steve, Nancy e Robin. 

Durante la fuga, Eddie fa una scelta: decide di non voler più scappare, come ha fatto durante la morte di Chrissy, al campo caravan.
Decide di adempiere al suo destino.
Di diventare un eroe. 

In mezzo ad uno sciame di demopipistrelli, Eddie li affronta con coraggio, resistendo stoicamente. Mentre le creature lo assalgo, cibandosi delle sue carni, il ragazzo rimane lì, fermo, senza mai indietreggiare.

“Non sono scappato, stavolta, vero?” chiede a Dustin, tra le lacrime, ben consapevole del suo tragico destino. Dopo aver affidato al ragazzo la guida dell’Hellfire, spira tra le sue braccia, lasciandolo solo nell’oscurità, in balia del suo dolore. 

7. Il discorso di Mike a Undi 

Uno dei momenti chiave dell’ultimo episodio è il discorso fatto da Mike ad Undici. 

Il ragazzo, protagonista indiscusso nelle prime tre stagioni, è stato in quest’ultima un po’ accantonato. Vederlo tornare ad assumere un ruolo così importante, che rappresenta la vera svolta per la sorte dei nostri eroi, mi ha emozionata enormemente. 

Parlando con lei, Mike dà ad Undici la forza di reagire e liberarsi, per affrontare nuovamente Vecna, che è convinto di aver vinto. 

Il discorso fatto dal ragazzo è profondo e sincero: Mike parla ad Undici col cuore, fornendole una valida ragione per continuare a combattere. Per non arrendersi. 

Quel “Ti amo”, quel “Sono qui e ci sarò sempre”, costituisco un motivo, l’unico a cui aggrapparsi.
Quella certezza, quel punto fermo, che impediscono ad Undi di scivolare nel vuoto. Di abbandonarsi ad esso.
Che le trasmettono la forza per continuare a combattere. 

“Undi non so se riesci a sentirmi. Se mi senti, voglio che tu sappia che sono qui.
Sono vicino a te.
E io ti amo.
Undi mi senti? Ti amo!
Scusa se non l’ho detto spesso, non è perché ho paura di te. Non è così.
Io questo non l’ho mai pensato. Mai.

Ma ho paura che un giorno tu capisca di non aver più bisogno di me, e pensavo che dicendo quello che provavo avrebbe fatto ancora più male.
Ma la verità Undi è che non so vivere senza di te.

La mia vita è iniziata il giorno in cui ti abbiamo trovata nel bosco, con quella maglietta gialla di Benny’s Burgers. Era così grande che ci ballavi dentro.
È stato in quel preciso momento che ho capito che ti amavo. E da quel giorno ti ho sempre amata.

Ti amo nei tuoi giorni buoni. Nei tuoi giorni cattivi. Ti amo con i tuoi poteri, e ti amo senza.
Io ti amo esattamente per come sei. Tu sei il mio supereroe. E… non ti posso perdere! Okay? Mi senti?

Io non ti posso perdere!

Puoi fare qualsiasi cosa! Puoi volare, puoi spostare le montagne. Io ci credo.
Io ci credo davvero. Ma adesso tu devi combattere.
Undi, mi senti? Undi, devi combattere. Devi combattere.

Combatti! Combatti!” 

Mike ad Undici, Stranger Things 4, Netflix, 2022
8. Il Mostro Ombra

Nella prigione russa dov’è rinchiuso Hopper, i nostri eroi si imbattono in una creatura singolare. Un agglomerato di particelle vive, che si muovono vorticosamente, come uno sciame d’api impazzito. 

È l’Ombra, una sorta di Materia Oscura, capace di animare i corpi dei demogorgoni privi di vita, semplicemente entrando in loro. 

“Dice che lo chiamano l’Ombra. L’Ombra è entrata dentro di loro.” 

Murray, Stranger Things, Netflix, 2022

Nel suo racconto ad Undici, anche Vecna ci parla dell’Ombra. 

“E un giorno ho trovato la cosa più straordinaria di tutte. Qualcosa che avrebbe cambiato tutto.
Ho cercato dei modi per realizzare il mio potenziale e trascendere la mia forma umana, per diventare il predatore che sono sempre stato destinato ad essere.” 

Vecna, Stranger Things 4, Netflix, 2022

Entrando in contatto con l’Ombra, Vecna le fa assumere la forma desiderata, quella del Mind Flayer.
Esso è quindi una creatura di Henry, plasmata dalla sua mente utilizzando le particelle oscure presenti nel Sottosopra. 

Resta da capire, ora, se questa nuova entità sarà assoggettata solo a Vecna, il primo ad avere scoperto il suo potere, o possa essere manipolata anche da Undici, che nel corso della puntata dimostra di poter controllare anche lei le creature del Sottosopra. Nella mia mente però, l’Ombra è un’entità oscura, e quindi, tra le due, protendo per la prima teoria. 

Un altro mio interrogativo (condiviso da molti) riguarda la natura dell’Ombra.
Per ora, secondo quanto ci è stato mostrato, essa non è altro che un mezzo, con cui Vecna realizza i suoi piani. Tuttavia, l’ipotesi che l’Ombra sia una creatura pensante, un essere senziente dotato di una propria volontà, stuzzica molto di più la mia curiosità.
Una creatura oscura, con un progetto tutto suo, capace di prendere il controllo su Vecna, ribaltando così la situazione.
L’ultimo vero cattivo della quinta stagione. 

Nel 2024 avremo le nostre risposte.
Per ora non ci resta che attendere. 

9. La spada ritrovata

Piccola ultima chicca, di cui vale la pena parlare, è la spada trovata da Hopper nella prigione russa.
L’arma, che sembra apparire magicamente dal nulla, era stata in realtà usata da un detenuto per difendersi dalla furia del mostro, nella fossa (nel settimo episodio). 

Ma c’è di più. 

La spada usata da Hopper per uccidere definitivamente il Demogorgone, non è solo una citazione all’Atlantean, brandita da Schwarzenegger in “Conan”, film del 1982. 

Essa è in realtà l’oggetto di scena originale, utilizzato durante le riprese di entrambi i film di Conan. 

David Harbour ha affermato, in un’intervista, di essersi sentito onorato a maneggiare un oggetto di tale importanza, ponendo l’accento su quanto quell’arma pesasse (“come l’inferno”), per poi rivolgersi direttamente ad Arnold, mostrandosi pronto ad accettare consigli su come utilizzarla! 

10. Il cerchio si chiude… 

Cosa succederà ora? 

Difficile dirlo, dati gli innumerevoli colpi di scena a cui questa serie ci ha abituato. 

Rimane aperto il discorso di Vecna, ancora vivo e a piede libero, e del Mostro Ombra. O quello del Sottosopra, che avanza velocemente nel nostro mondo, distruggendo e mutando ogni cosa. 

C’è la possibilità che Otto riappaia, fornendo un barlume di speranza ai nostri eroi, che non hanno idea di come risolvere questa disastrosa situazione. 

E non è ancora chiaro il ruolo che assumerà Will Byers, che tornerà probabilmente centrale nel corso della quinta stagione, a causa del suo legame con il Sottosopra e Vecna (che riesce ancora a percepire)! 

Fan Art di Stranger Things 5

Tra due anni ne sapremo sicuramente di più!
L’attesa è tanta, e il 2024 appare ancora lontanissimo, ma la resa dei conti è vicina! 

Non ci resta, dunque, che attendere con pazienza, aspettando di tornare, per un’ultima volta, nel Sottosopra. 

A cura di
Maria Chiara Conforti

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Stranger Things 4 pt. 1 – I nostri best moments ( in attesa del volume 2 )! SPOILER!!
LEGGI ANCHE – Obi-Wan Kenobi: recensione dell’attesa serie tv di Disney plus (Spoiler!!!)
Condividi su
Maria Chiara Conforti

Maria Chiara Conforti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *