Spider-Man: No Way Home, arriva l’Extended Cut

Spider-Man: No Way Home, arriva l’Extended Cut
Condividi su

Uscirà il 2 settembre in Canada e negli Stati Uniti “Spider-Man: No Way Home – The More Fun Stuff Version”, l’Extended Cut del film cult dedicato all’arrampicamuri. Lo ha annunciato la stessa Sony su Twitter solo pochi giorni fa.

Nel mese di agosto, Spidey compirà 60 anni, e quale modo migliore per festeggiare questa ricorrenza, se non far uscire la versione estesa del suo film più famoso. L’Extended Cut conterrà circa 15 minuti di scene tagliate in post-produzione, perlopiù di carattere umoristico.

Dopo aver frantumato numerosi record al botteghino e aver incassato quasi due miliardi di dollari in tutto il mondo, No Way Home è pronto a ritornare sul grande schermo a neanche un anno di distanza dall’uscita. Il poco tempo di distanza tra un’uscita e l’altra potrebbe però essere un deterrente per l’affluenza.

È pur vero che proprio No Way Home è stato pressoché l’unico film, nel periodo pandemico, a non risentire delle restrizioni, ma le incognite riguardanti l’afflusso di persone rimangono.

Al cinema anziché sulle piattaforme

È comprensibile anche il motivo per il quale la Sony abbia deciso di puntare su una Extended Cut che di Extended ha ben poco (solo 15 minuti). Brivia Core (la piattaforma streaming della casa giapponese) è sconosciuta a praticamente chiunque, e far uscire le scene tagliate su Disney+ o su Netflix avrebbe significato “regalare” un’esclusiva ad un concorrente.

Si è così deciso di puntare nuovamente sul grande schermo, e scommettere sulla volontà delle persone di rivedersi un film già iconico nel modo più magico possibile. La strategia di Sony è chiara, ed è quella di massimizzare il più possibile il prodotto che la ha garantito gli incassi più alti nella storia della compagnia.

D’altra parte è anche vero che Sony è nella posizione di giocare al gatto col topo con gli spettatori, costringendoli a pagare nuovamente un biglietto per gustarsi la nuova versione. Questo può non piacere a molti, e potrebbe disincentivare i fan più distratti a tornare in sala, ma per i fan hard core, l’evento sarà qualcosa di irripetibile.

In attesa del quarto capitolo

Il futuro del tessiragnatele è ancora incerto. Tom Holland ha dichiarato di voler prendere una pausa dalla recitazione, e i piani sia in casa Marvel che in casa Sony non sono del tutto chiari. La scena post-credit di No Way Home lascia intendere che l’Eddy Brock di Tom Hardy possa debuttare nel MCU, ma anche da questo punto di vista le incognite restano alte.

Il fatto di avere due “madrine” ha sempre reso la gestione di Spiderman molto tortuosa, con le due case produttrici (Sony e Marvel) che continuano a rimpallarsi a vicenda i diritti del personaggio. È chiaro come nessuna delle due voglia mollare un osso che ha dimostrato, una volta di più, di valere tanto oro quanto pesa.

Non va nemmeno dimenticato il successo che sta avendo la versione animata di Spidey, dopo che il personaggio di Miles Morales ci ha introdotti allo Spider-Verso. Questo filone potrebbe a sua volta aprire nuovi scenari e dare spazio a nuovi (vecchi?) personaggi, Spider-Gwen su tutti.

Nell’attesa di nuovi annunci e nuove rivelazioni, non possiamo fare altro che goderci nuovamente lo spettacolo visivo ed emotivo che No Way Home ci ha regalato lo scorso inverno. Grazie alla nuova uscita, inoltre, Ramiro Alanis potrà incrementare il suo Guinness World Record, e allungare la striscia di 292 visioni della pellicola al cinema. D’altronde, No Way Home sembra proprio fatto apposta per entrare nella storia.

A cura di
Simone Stefanini

Seguici anche su Instagram!

LEGGI ANCHE: Cosa sta succedendo a Netflix
LEGGI ANCHE: Sex Education, una sessualità dalle mille sfaccettature
Condividi su
Simone Stefanini

Simone Stefanini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *