Michele Bravi: l’arte senza perimetro

Michele Bravi: l’arte senza perimetro
Condividi su

Michele Bravi, quattordicesimo nella classifica generale provvisoria di Sanremo 2022 racconta la propria visione della musica: le canzoni sono gesti sottili che possono cambiare il mondo e se con la mia musica riesco a contribuire a questo cambiamento lo faccio volentieri.

Michele Bravi, esordiente alla regia del suo nuovo videoclip “Inverno dei Fiori” brano in gara alla 72° edizione del Festival di Sanremo, si mette a nudo con dolcezza sia sul palco che fuori con una consapevolezza rara degna degli artisti più navigati.

Il brano rappresenta quello che definisce “un intreccio umano”: la composizione del pezzo è firmata, Bravi compreso, da Cheope, Federica Abbate, Alex Raige Vella e Francesco Catitti che lo accompagnano sin dagli esordi.

Con inverno dei fiori mi sono anche immerso nell’artigianalità, hoo lo stesso team di scrittura da sempre.

Team che poi è anche il mio gruppo più ristretto di amici nella mia vita personale con cui trascorro tantissimo del mio tempo. La complicità che si ha con queste persone è tale da farmi esprimere sempre al meglio.

In conferenza stampa prima della serata delle cover che si terrà questa sera, spiega come solo l’intreccio umano possa essere l’unica via percorribile per arrivare all’amore attraverso l’empatia, la condivisione e la compassione, caratteristiche necessarie per esprimere la verità.

Per esempio io uso l’ironia per camuffare la timidezza, ci sono tante cose che convivono in me e mi piace essere presente su un palco raccontando anche la fragilità.

Ho imparato negli ultimi anni a non giudicarmi troppo e questo ti porta ad essere più facilmente te stesso. Anche le sbavature dell’essere umano fanno parte di lui e ti portano alla verità.

L’intreccio che racconta è anche alla base della sua esperienza come regista, nata dopo una Masterclass con il regista Tim Burton che apprezza in quanto grande estimatore della valorizzazione del proprio team e che gli ha aperto gli occhi sulla visione onirica e l’uso dei colori.

Il video infatti ha un viraggio sui toni freddi, dall’indaco al cobalto all’azzurro più cupo, colori che appartengono a quella sfera intangibile e sfuggevole del sogno.

Spazio anche per i ricordi del suo primo Sanremo

Il primo Sanremo andò benissimo ma era inesperto e spaventato e quindi lo ricordo con tanta tensione.

Quest’anno invece prima di esibirmi ero lì a guardare La Rappresentante di Lista e ho pensato “ma tu ti rendi conto del privilegio che hai nell’essere qui ed entrare nelle case degli italiani?”.

Lo scorso anno sono salito sul palco per il duetto con Arisa e c’era tanta solitudine nel teatro senza pubblico, così come c’era tanta solitudine nelle case degli italiani.

Ora, anche grazie a tutto questo, ho capito che ci deve essere spazio solo per la gratitudine di essere qui e lasciar andare via la tensione.

Annunciate intanto questa settimana anche le date del nuovo tour “LIVE A TEATRO”.

La tournée, partirà domenica 15 maggio da Torino, presso il Teatro Colosseo, proseguendo poi a Padovavenerdì 20 maggio presso il Gran Teatro Geox, a seguire sarà a Milanolunedì 23 maggio al Teatro degli Arcimboldi e giovedì 26 maggio sarà a Bologna al Teatro Celebrazioni. Ultima tappa a Romadomenica 29 maggio, all’Auditorium della Conciliazione.

a cura di
Sara Alice Ceccarelli

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE: Truppi a Sanremo per raccontare la propria storia
LEGGI ANCHE: Gianni Morandi ha aperto le porte dei nostri cuori
Condividi su
Sara Alice Ceccarelli

Sara Alice Ceccarelli

Giornalista iscritta all’ODG Emilia Romagna si laurea in Lettere e Comunicazione e successivamente in Giornalismo e Cultura editoriale presso l’Università di Parma. Nel 2017 consegue poi un Master in Organizzazione e Promozione Eventi Culturali presso l’Università di Bologna. Sebbene sia la “senior” del gruppo talvolta è realmente la più VEZ. Nel 2017 e 2018 si occupa dell’Ufficio Stampa degli eventi di LP Rock Events come Bay Fest, Rimini Park Rock e Sullasabbia e durante lo stesso periodo segue l’ufficio stampa del Vidia Club di Cesena. Ama il viola ma solo per le calzature e sulle pareti di casa, vive in simbiosi con il coinquilino Aurelio (un micetto nero) e per amore del fidanzato ora ama anche le moto. La sua religione è Star Wars. Che la forza sia con voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *