Qualunque sei tu e le tue insicurezze: presenta “Mozzicone”

Qualunque sei tu e le tue insicurezze: presenta “Mozzicone”
Condividi su

Qualunque è un progetto che nasce con l’esigenza di trovare un posto sicuro dove mostrare senza paura le proprie fragilità. Iniziato nel 2016 con il disco Mafalda, il meteo e tutto il resto, candidato al Premio Tenco come migliore opera prima, e passato poi per l’EP Il primo lunedì dell’anno, arriva oggi ad un nuovo inizio artistico: l’EP di prossima uscita Farmaci rappresenta infatti il consolidamento di tutte le esperienze accumulate fino ad oggi.

Qualunque è Luca Milani e Luca Milani è Qualunque.

Mozzicone è il titolo del suo nuovo singolo ed ecco ci ha raccontato.

Chi è Qualunque?

Qualunque sono io, Luca, un ragazzo con qualche problema a relazionarsi col mondo, che sta imparando all’età di 28 anni come stare bene con se stesso e con gli altri.

Mozzicone è il titolo del tuo nuovo singolo, che segna appunto anche un nuovo percorso artistico. Come è andata dalla psicologa?

Dalla psicologa va benissimo. Anzi, un saluto a lei che probabilmente ci starà leggendo ahah.

Ma di cosa parla veramente la storia che racconti?

La storia che racconto parla molto semplicemente di me. Dall’inizio di tutto, nel 2016, ho deciso di parlare dei cazzi miei nelle canzoni, in modo semplice e schietto. Per questo motivo ogni mia canzone ha dentro una piccola parte della mia vita, che sia una paranoia o un pensiero romantico, utilizzo la musica che faccio per mostrare ciò che normalmente nascondo agli altri. Per questo motivo mi imbarazza tantissimo condividere la mia musica con persone a me vicine, amici o colleghi, perché c’è dentro qualcosa che tendenzialmente non mostro. Diciamo che fa tutto parte di un grande piano terapeutico per arrivare all’accettazione di me ahah.

Cosa ne pensi della fragilità e in che modo pensi che possa diventare un punto di forza invece che di debolezza?

La fragilità è incredibile. Vuol dire recepire le emozioni in un modo fantasticamente amplificato. Vuol dire avere il coraggio di crollare ma vuol dire anche poi rimettere assieme i pezzi e rialzarsi. Penso che le persone fragili abbiano un sacco di cose da raccontare e soprattutto posseggano una forza fuori dal comune.

Rispetto ai tuoi lavori precedenti usciti qualche anno fa, cosa è cambiato e cosa invece è rimasto uguale?

Beh, io sono rimasto. Quello che scrivo e il modo in cui lo scrivo mi appartiene e probabilmente non cambierà mai. Ciò che è cambiato è tutto ciò che sta attorno ai testi. 2 anni fa ero disperato, non sapevo come arrangiare le canzoni, non mi piaceva nulla. Per fortuna mi sono rivolto a Fabio Grande e Pietro Paroletti che hanno saputo ritrovare la rotta nel caos che avevo in testa.

Quando uscirà il tuo prossimo singolo e puoi darci qualche anticipazione sull’EP?

Purtroppo il periodo storico che stiamo vivendo mi impedisce di darti delle date certe, sicuramente il prossimo singolo uscirà a fine Giugno!

L’EP invece non ha una data precisa, ti posso dire comunque che è un contenitore di momenti che ho vissuto negli ultimi 2 anni, da attimi in cui stavo veramente troppo giù di morale a situazioni in cui le speranze erano grandi.

Grazie mille delle belle domande! Un super abbraccione (che tanto col pensiero non rischiamo nulla) <3

a cura di
Giulia Perna

Seguici anche su Instagram!

LEGGI ANCHE – Limbrunire, ricerca interiore ed estetica nel suo nuovo singolo “Anti”
LEGGI ANCHE – Vivere e suonare a Berlino: l’avventura di Kris Sinister

Condividi su

Giulia Perna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *