Anteprima “Principianti” di Gibilrossa

Anteprima “Principianti” di Gibilrossa
Condividi su
La semplicità di una casa in lontananza, la tranquillità di una domenica mattina, la bellezza di uno sguardo. Tutto questo è Principianti di Gibilrossa, in uscita oggi.

Pensare alla definizione della parola viaggio non è facile, non ci avevo mai ragionato sopra. Ora, dopo aver incontrato Gibilrossa sulla mia strada sono ancora più confusa.

Gibilrossa è il nome che il cantautore Giorgio Minasola utilizza per firmare le sue canzoni dal sapore intimo indie-folk. Gibilrossa è una casa situata tra le montagne di Palermo, un luogo dove l’autore respira calma e leggerezza e dove ha preso forma l’idea della canzone e dell’album che uscirà.

In principio l’idea di Giorgio assieme a Fabio Rizzo (già Dimartino, Fabrizio Cammarata, il Pan Del Diavolo, Nicolò Carnesi Eugenio in Via Di Gioia) era differente ma dopo il blocco totale degli spostamenti a causa della pandemia l’idea della canzone (e poi del disco) si sviluppa lasciando spazio alla surreale calma e solitudine.

Il pezzo

Principianti mi arriva un mercoledì mattina di quarantena mentre cammino verso la macchina per tornare a casa dopo aver sbagliato per la quarta volta il giorno della settimana per andare a fare la spesa.

Troppo pieno di persone, troppi tutti assieme, meglio che torni a casa e che ci riprovi domani e premo play su questo brano in anteprima che trovo nella mia casella di posta.

Proprio come una vera principiante mi ritrovo sorridere mentre cammino per strada, come se non avessi mai ascoltato prima d’ora melodie così dolci e delicate.

Questo pezzo tramuta la mia frustrazione in tranquillità e mi prende per mano riportandomi ai giorni della mia infanzia quando con mia madre e mio padre si faceva un giro domenicale con la Renault 4 per andare a fare un pic nic al parco.

Non stupisce che la scrittura del pezzo sia nata proprio durante un viaggio, in treno nello specifico, concentrandosi ad osservare un’abitazione fuori dal finestrino. Melodie dolci e solari accompagnano i suoni della natura e degli uccelli in un ritorno immaginario alla natura, quasi come un presagio di quello che ci accadrà quando la pandemia cesserà di essere un’emergenza e potremo nuovamente godere della natura.

Principianti è quello che siamo, ora, mentre usciamo dalle nostre abitazioni e respiriamo nuovamente l’aria di una ritrovata “libertà” che in qualche modo ci fa sentire, giustamente, molto diversi da come eravamo anche solo 3 mesi fa.

Ecco per voi il brano in anteprima.

a cura di
Sara Alice Ceccarelli

Seguici anche su Instagram!

LEGGI ANCHE – Potere e Parole: dai lanciafiamme alle mascherine di Bugs Bunny, il linguaggio di Vincenzo De Luca
LEGGI ANCHE –
DOdiMatto! e il disagio psichico che diventa una risorsa
Condividi su
Sara Alice Ceccarelli

Sara Alice Ceccarelli

Giornalista iscritta all’ODG Emilia Romagna si laurea in Lettere e Comunicazione e successivamente in Giornalismo e Cultura editoriale presso l’Università di Parma. Nel 2017 consegue poi un Master in Organizzazione e Promozione Eventi Culturali presso l’Università di Bologna. Sebbene sia la “senior” del gruppo talvolta è realmente la più VEZ. Nel 2017 e 2018 si occupa dell’Ufficio Stampa degli eventi di LP Rock Events come Bay Fest, Rimini Park Rock e Sullasabbia e durante lo stesso periodo segue l’ufficio stampa del Vidia Club di Cesena. Ama il viola ma solo per le calzature e sulle pareti di casa, vive in simbiosi con il coinquilino Aurelio (un micetto nero) e per amore del fidanzato ora ama anche le moto. La sua religione è Star Wars. Che la forza sia con voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *