Da Sanremo al progetto per San Patrignano: Costantino, un romagnolo sempre sulla breccia

Da Sanremo al progetto per San Patrignano: Costantino, un romagnolo sempre sulla breccia
Condividi su

E’ solito definire se stesso con la parola “poliedrico”, senz’altro è talentuoso, non gli manca l’inventiva e, nonostante la sua personalità esplosiva, rimane mite e con i piedi per terra. E’ Costantino Bagalà, giovane imprenditore riminese, fondatore del brand “Hoboh” (contenitore di idee, sviluppa progetti di comunicazione integrata, immagine coordinata ed eventi, non solo sul territorio italiano ma anche all’estero) amante dell’arte e della creatività.  A un certo punto della sua vita però ha deciso di dare sfogo alla sua più grande passione, la musica. Istrionico, eclettico, è un artista che sa reinventarsi e sperimentare, ha oramai intrapreso con successo la sua carriera musicale e sta macinando successi e consenso.

Dopo “Celebrità”, brano fresco e frizzante, col quale è arrivato primo come cantautore solista a Casa Sanremo, e “Desideri”, brano più intimo e introspettivo, arriva con un nuovo progetto artistico. Si chiama “Borderline” il suo nuovo viaggio, progetto ambizioso e innovativo suddiviso in due uscite. Una sperimentazione peculiare che vede alternarsi  ballad a brani mid-tempo e up-tempo. Ma in fondo Costantino ci ha da sempre abituati a lavori non convenzionali e ricercati. Se nella prima parte di “Borderline” i brani sono caratterizzati da un mood più estivo, nella successiva  assumono una matrice più intensa, melodica e meno energica, caratterizzati entrambi però da un grande ventaglio di suoni e sonorità.

«Per me un è un momento davvero importante – svela Costantino – con Borderline 2 inauguro, e allo stesso tempo chiudo, il cerchio di un progetto pensato, desiderato, condiviso con tante persone che mi stanno vicino ». I testi dei brani proposti arricchiscono con cura attimi di vita da ricordare: “Indaco” è il singolo di lancio di questa nuova produzione, condivisa con grande emozione con i ragazzi della Comunità di San Patrignano: i SanPa Singers.

La speranza di vivere con dignità ma anche di poter vivere un futuro migliore più onesto e vero,  questo è il messaggio che vale di più per Costantino che ha condiviso un percorso musicale con i ragazzi della comunità di San Patrignano negli ultimi mesi raggiungendo il culmine con la registrazione del brano e del video “Indaco”.

Per il giovane talento riminese l’amore per la musica è innata: pianoforte e canto sono sempre stati terapeutici per lui e lo hanno aiutato a pensare di più a se stesso e a ragionare su tante cose della vita. Ma anche i viaggi: Costantino sperimenta viaggiando, scoprendo nuove culture, “cibandosi” di tutti gli stimoli che culture diverse sanno donargli.

Il viaggio è per lui un modo per formarsi, per crescere e accrescere la propria personalità. A breve per esempio partirà per l’Islanda: «Il richiamo dell’aurora boreale è veramente forte – afferma – sono particolarmente attratto da questi territori naturali, in cui riesco a meditare e trarre così ispirazione».

Un giovane sempre pronto a stupire con il suo stile caleidoscopico e frizzante, con tanti sogni nel cassetto e progetti da realizzare, ma soprattutto Costantino rimane un romagnolo doc e se è vero che buon sangue non mente, ne farà di strada.

a cura di
Maria Assunta (Mary) Cianciaruso

Condividi su
Staff

Staff

La redazione di The Soundcheck: un branco di giornalisti, redattori, fotografi, videomaker e tanti altri collaboratori agguerriti provenienti da tutto lo Stivale pronti a regalarvi una vasta gamma di contenuti. Dalla semplice informazione artistico-culturale, fino ad approfondimenti unici e originali nel campo della musica, dell'arte, della letteratura e della cultura a 360 gradi!

Un pensiero su “Da Sanremo al progetto per San Patrignano: Costantino, un romagnolo sempre sulla breccia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *