Daniele Lanave e il suo “Cambio direzione” #GentEmergente

Daniele Lanave e il suo “Cambio direzione” #GentEmergente
Condividi su

Continua il nostro viaggio alla scoperta dei nuovi artisti della scena musicale italiana con #GentEmergente che questa volta fa un salto in Puglia, a Bari, per conoscere un autore – cantautore che con amore e determinazione lavora e studia da anni per realizzare il suo sogno: fare musica.

Stiamo parlando di Daniele Lanave, classe 1992, un ragazzo apparentemente introverso e taciturno che attraverso i suoi testi riesce a tirare fuori tutto il mondo che ha dentro.

Daniele ama mettersi in gioco e lo fa con umiltà e dedizione, sfruttando al meglio ogni occasione con l’intento di migliorare sempre più.

Un elemento fondamentale del suo percorso artistico è senza dubbio la passione. Scrive, canta e suona ma lasciamo che sia lui a raccontarci meglio la sua storia e i suoi progetti attuali e futuri…

Iniziamo dalle presentazioni, raccontaci un po’ chi sei… 

Chi sono ? Bella domanda !!! Chi mi conosce da anni sa perfettamente che dietro l’apparenza del ragazzo silenzioso, riservato, “qualità che al giorno d’oggi nei ragazzi mancano” si nasconde una personalità forte e determinata che ama stare in compagnia, rispettando tutti.

Quando è iniziato il tuo “rapporto” con la musica e qual è il primo ricordo legato a lei?

Avevo tre anni quando vedendo in un negozio di giocattoli le chitarre e altri strumenti musicali, chiesi ai miei parenti di comprarmi la chitarra e da quel momento ho iniziato a strimpellare divertendomi tanto. Un paio d’anni dopo, iniziai presso la scuola di musica di Bari “Il Coretto”, a studiare pianoforte e canto. Nel tempo mi sono appassionato sempre di più alla musica e ho iniziato a studiare anche chitarra moderna e a specializzarmi nel canto “Pop”, presso la scuola “Be Sound”

Quali sono state le esperienze più significative per te e per il tuo percorso artistico negli ultimi anni?

L’esperienza più importante ad oggi è stata il mio primo concerto “Live” dove ho suonato e cantato i brani del mio primo disco dal titolo ” E se..” prodotto dalla casa discografica “Hydra Music” e anche quelli che ho scritto come autore per altri artisti. Importantissimo è stato frequentare il “CET” scuola di Mogol diplomandomi come autore.  L’incontro con il Maestro Mogol, Giuseppe Anastasi, Cheope, mi hanno fatto crescere nella scrittura dei brani, riuscendo così a guardarmi dentro, facendo affiorare le mie emozioni più profonde. Nel corso degli anni ho partecipato a numerosi festival, ricevendo premi per la scrittura dei brani dai discografici e da autori come Rory Di Benedetto. 

Pochi giorni fa è uscito il videoclip di “Cambio direzione” com’è nata e cosa rappresenta per te questa canzone? 

Cambio direzione” nasce dal desiderio di cambiare la mia vita personale e soprattutto quella artistica, grazie all’incontro fortuito con il noto produttore “TempoXso” che ha creduto in me e nel mio nuovo progetto artistico. Il brano descrive la voglia di cambiare la direzione della propria vita, decidendo autonomamente quale strada scegliere senza porsi limiti. E’ l’inizio di un nuovo viaggio verso nuove destinazioni, nuovi incontri, senza perdere mai l’obbiettivo prefissato ignorando le difficoltà che si incontrano durante il cammino. Il brano è disponibile su Spotify e tutti i digital store.

Parlando di sogni e progetti futuri, cosa ci dici?

Stiamo lavorando su brani nuovi, curando gli arrangiamenti degli stessi con nuove sonorità, puntando a crescere e a migliorare sotto tutti i punti di vista. Una novità importante per il prossimo anno é la data del 9 febbraio. Per saperne di più seguitemi sulle mie pagine social: Facebook, Instagram. Il sogno più grande è quello di calcare palchi più importanti.

A cura di Claudia Venuti

Condividi su
Claudia Venuti

Claudia Venuti

Claudia Venuti nasce ad Avellino nel 1987, a 14 anni si trasferisce a Rimini, dove attualmente vive e lavora. Oltre ad essere il responsabile editoriale della sezione musica di TheSoundcheck, è responsabile dell’area letteratura dell’ufficio stampa Sound Communication. Studia presso la Scuola Superiore Europea di Counseling professionale. Inguaribile romantica e sognatrice cronica, ama la musica, i viaggi senza meta, scovare nuovi talenti e sottolineare frasi nei libri. Sempre alla ricerca di nuovi stimoli, la sua più grande passione è la scrittura. Dopo il successo della trilogia #passidimia, ha pubblicato il suo quarto romanzo: “Ho trovato un cuore a terra ma non era il mio” con la casa editrice Sperling & Kupfen del Gruppo Mondadori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *