KLINGANDE – OGR TORINO – 5 OTTOBRE 2019

KLINGANDE – OGR TORINO – 5 OTTOBRE 2019
Condividi su

Prima di tutto, il sassofono: a rallentare il ritmo, a regalare la linea melodica e restituire il respiro al tempo sincopato della dance d’avanguardia. Così possiamo raccontare lo spettacolo che sabato 5 Ottobre Klingande – nome d’arte di Cédric Steinmylle, classe 1991, dj e produttore musicale francese – ha portato alle OGR – Officine Grandi Riparazioni – di Torino per una serata all’insegna della musica elettronica e della sperimentazione.

Primo in classifica in Europa, nel 2013, con il singolo d’esordio Jubel che ha collezionato più di 120 milioni di visualizzazioni su Spotify e 5 dischi di platino in Italia, il giovane dj ha reinterpretato la musica dance, concedendo spazi di incontro ad un pubblico nuovo, che si avvicina all’elettronica in punta di piedi, forse per la prima volta.

I suoi pezzi, da Sinner a Pumped Up passando per By the River, hanno scalato le vette delle classifiche europee dal 2013 ad oggi, forti di una felice contaminazione di generi: il pop melodico da un lato, l’elettronica dall’altro e un tributo notevole alla house degli anni Ottanta.

Gli spettacoli live di Klingande portano in scena luci, videowall, effetti speciali e soprattutto due ottimi musicisti, il sassofonista e il violinista, in grado di dialogare con il dj e di integrarsi perfettamente con le note campionate, i riverberi e i delay, in un gioco di contrasti che sembra mutuato da altri scenari musicali, dall’improvvisazione del blues per esempio, o dai fraseggi del pentagramma di musica classica.

Il pubblico segue il passo, si scatena e restituisce la somma dell’energia, la moltiplica sulle note di Messiah, ultimo singolo realizzato in collaborazione con Bright Sparks, in rotazione da metà Settembre: di certo un titolo “profetico” che andrà ad aggiungersi all’elenco dei successi dance firmati Klingande.

Foto e testo a cura di Emanuela Ranucci

Condividi su
Emanuela Ranucci

Emanuela Ranucci

Nata a Torino, laureata in Comunicazione multimediale con una tesi specialistica in Letteratura italiana contemporanea, nel 2001 inizia a lavorare in RAI come redattrice e assistente di produzione per la realizzazione dei programmi televisivi educativi di Raitre (Melevisione, Screensaver). Nel dietro le quinte della tv si innamora della fotografia, realizzando le sue prime foto di scena. Da quel momento non abbandona più la macchina fotografica, dedicandosi a reportage, backstage, eventi, concerti e still life. Attualmente si divide tra i progetti da fotoreporter&videomaker e la sua agenzia di comunicazione (Loom Collective) che ha fondato a Torino.Nel tempo che rimane, ama: viaggiare, sorseggiare il barbera, nuotare al mare (anche d’inverno), cantare (stonando) in sala prove.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *