Il 4 ottobre al Parco della Musica di Padova il concerto “The academy night. Freshers & students welcome concert”

Il 4 ottobre al Parco della Musica di Padova il concerto “The academy night. Freshers & students welcome concert”
Condividi su

Proseguono le celebrazioni per l’Ottocentenario dell’Ateneo di Padova con Pinguini Tattici Nucleari, Madame, Rovere, Fantahouse, cmqmartina, Ytam

Martedì 4 ottobre al Parco della Musica di Padova il concerto-evento “The academy night. Freshers & students welcome concert” per gli 800 anni dell’università di padova con Pinguini Tattici Nucleari, Madame, Rovere, Fantahouse, cmqmartina, Ytam

La colonna sonora del futuro non è poi così diversa dallo spirito che ha animato i primi otto secoli di vita dell’Università di Padova: libera, vivace, sempre aperta agli intrecci e alle contaminazioni.

È dunque un tassello di contemporaneità che si incastra perfettamente nel mosaico delle celebrazioni dell’Ottocentenario – tra conferenze scientifiche internazionali e lectio di premi Nobel, mostre d’arte e iniziative che raccontano la storia dell’Ateneo – il grande concerto/evento The Academy Night. Freshers & Students Welcome Concert organizzato da Unipd per martedì 4 ottobre al Parco della Musica di Padova.

Gli artisti

Una maratona musicale, rivolta alle matricole, a studentesse e studenti dell’Ateneo, con protagonisti alcuni dei giovani artisti più amati dalla Generazione Z: dai Pinguini Tattici Nucleari a Madame, dai rovere a cmqmartina, da YTAM ai fantahouse. Inoltre, nel giorno che l’Università di Padova dedica alle matricole nel pomeriggio che anticipa il grande concerto, la rettrice Daniela Mapelli, con il sindaco di Padova Sergio Giordani, condotti da Federico Taddia accoglieranno al Teatro Verdi di Padova le studentesse e gli studenti nazionali e internazionali che hanno scelto l’Università di Padova per i propri studi universitari.

Attesi sul palco i Pinguini Tattici Nucleari, gruppo che non ha bisogno di presentazioni reduce da un’estate di incredibile successo con un tour con oltre 250.000 presenze e un singolo costantemente in vetta alle classifiche, e Madame, cantautrice urban multiplatino simbolo della generazione fluida, che chiuderanno la serata in bellezza.

Prima del gran finale il viaggio “dalla terra a marte” con i rovere, band capace di raccontare i vent’anni negli anni ’20 come nessun altro sa fare e l’energia dei fantahouse, collettivo di 4 ragazzu che ha raggiunto il successo virale su Tik Tok e Spotify con il brano-manifesto della Generazione Z “SIAMO RAGAZZU”.

Ad aprire le danze ci saranno la regina della nu-dance cmqmartina, che trasporterà il pubblico nel suo mondo fatto di intrecci di cassa dritta e pop e YTAM, cantautore che attinge nell’immaginario e nello stile dalla musica e cultura pop, dal cinema e dalle sue stelle per creare un mix originale dall’anima nostalgica.

Le prevendite (posto unico 5€), riservate alla comunità studentesca dell’Università di Padova, saranno disponibili a partire dalle 10:00 di giovedì 22 settembre: http://www.unipd.it/academynight2022

L’iniziativa

L’Università di Padova ha deciso di elargire borse di studio, nel numero consentito dai proventi della serata, a favore di studentesse e studenti stranieri provenienti da Paesi teatri di crisi, in particolare il Myanmar. La dura repressione imposta dalla Giunta militare dal colpo di Stato dell’1 febbraio 2021 ha gettato il Paese sull’orlo di una guerra civile. Tale contesto, in costante deterioramento, sta impedendo a molti promettenti giovani birmani di proseguire gli studi e porre le basi per un brillante avvenire personale e professionale.

Dal 2021 l’Ateneo si è fatto promotore di tre programmi di finanziamento di borse di studio a supporto di studentesse e studenti afghani e ucraini riuscendo a erogare ad oggi 144 borse di studio.

Padova 2022

L’Università degli Studi di Padova è nata nel 1222, quando alcuni studenti provenienti da Bologna fondarono lo «Studium Patavinum» alla ricerca di libertà di cultura ed espressione. In otto secoli di storia ha ospitato grandi scienziati (uno su tutti, Galileo Galilei), aperto nuove vie e luoghi per la ricerca scientifica (l’Orto Botanico, il Teatro Anatomico) e ricevuto anche una Medaglia d’oro al valore militare (nel 1945, per il ruolo avuto durante la Resistenza). Nel 2022 festeggia gli ottocento anni dalla sua fondazione, la sesta più antica al mondo.

Un viaggio lungo 18 mesi che, iniziato a ottobre 2021, prosegue fino al 2023 e si dispiega in un calendario ricco di eventi: inaugurazioni, cerimonie, conferenze, incontri di divulgazione scientifica, eventi pubblici, manifestazioni, pubblicazioni dedicate, congressi, performance, spettacoli, concerti, esposizioni, itinerari, visite guidate, laboratori e installazioni. Il suo motto è Universa Universis Patavina Libertas. www.800anniunipd.it

È un’iniziativa 800anniunipd realizzata con il contributo di Regione del Veneto, Fondazione Cariparo, Camera di Commercio di Padova e la collaborazione istituzionale di Comune di Padova. Main sponsor Eurointerim S.p.A. Sponsor Fischer Italia S.r.l.

a cura di
Staff

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Cmqmartina torna dal vivo per il primo tour nei club
LEGGI ANCHE – Autofiction: il nuovo album dei Suede
Condividi su
Andrea Mariano

Andrea Mariano

Andrea nasce in un non meglio precisato giorno di febbraio, in una non meglio precisata seconda metà degli Anni ’80. È stata l’unica volta che è arrivato con estremo anticipo a un appuntamento. Sin da piccolo ha avuto il pallino per la scrittura e la musica. Pallino che nel corso degli anni è diventato un pallone aerostatico di dimensioni ragguardevoli. Da qualche tempo ha creato e cura (almeno, cerca) Perle ai Porci, un podcast dove parla a vanvera di dischi e artisti da riscoprire. La musica non è tuttavia il suo unico interesse: si definisce nerd voyeur, nel senso che è appassionato di tecnologia e videogiochi, rimane aggiornato su tutto, ma le ultime console che ha avuto sono il Super Nintendo nel 1995 e il GameBoy pocket nel 1996. Ogni tanto si ricorda di essere serio. Ma tranquilli, capita di rado. Note particolari: crede di vivere ancora negli Anni ’90.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *