Giò Sada – Teatro Forma, Bari – 20 novembre 2021

Giò Sada – Teatro Forma, Bari – 20 novembre 2021
Condividi su
Il cantautore barese ha presentato live “Grande Buio” il primo EP del suo nuovo progetto Gulliver

Cantare e suonare nella propria città è un’emozione particolare, farlo a distanza di tre anni e dopo due di “grande buio”, lo è ancor di più. L’atmosfera che sabato 20 novembre si respirava nella platea del Teatro Forma di Bari era quella di momenti attesi, di cose di cui siamo certi non poter fare a meno. La musica live, Giò Sada che ha presentato Grande Buio di Gulliver il nuovo progetto, in particolare:

Questo è il lavoro che abbiamo realizzato nel 2019, concretizzatosi in un disco, Terranova, uscito il 27 febbraio 2020 e un tour che stava per partire a marzo

Come se non fosse già abbastanza complicato il cambio del nome, anche se in realtà si tratta solo del nome del progetto: “io resto io, mi chiamo Giovanni (Giò) Sada, non posso cambiare nome”, precisa il cantautore. A luglio è uscito l’Ep “Grande Buio” tratto dal docu live “Grande Buio, la tetralogia del coraggio”.

Lo avevamo incontrato qualche mese fa proprio in occasione dell’uscita del l’Ep, trovate qui l’intervista!

Per risalire dal Grande Buio, che in qualche modo tutti attraversiamo durante le nostre vite, la nostra luce individuale è l’unico lume da seguire

Già Sada
Chi è Gulliver?

“Un viaggiatore, come noi che ci buttiamo nelle situazioni e prendiamo il bello e il brutto“. A proposito di viaggio, per aprire la parte strumentale del live, Giò omaggia Johnny Cash con “Ring of fire“, “sono stato a casa sua anche se lui non c’era e questa canzone me la porto dentro”. Tra le cose belle o “baell” del viaggio di Giò Sada c’è sicuramente “Il rimpianto di te“. Una canzone “particolare” la definisce il cantautore: “mi ha dato tanto, mi ha fatto conoscere tanta gente”. Giò racconta che in origine si intitolava “Fermo e Restante” come il sentimento e pensiero malinconico di chi va via dalla propria città, ma appena torna per trascorrere le vacanze:

“Vedi nei loro occhi la voglia di viverla questa città, a prescindere da tutto quello che la può far sembrare negativa. Culturalmente possiamo fare tanto e farla crescere tanto, e questo è uno dei motivi principali per cui io voglio stare qui”.

I compagni di viaggio di sempre e le novità

Come per ogni viaggio che si rispetti, i compagni di avventure sono fondamentali, per Giò in studio, sul palco e nel docu-live, c’erano gli amici di sempre Marco Fischetti (batteria e synth), Raffaele Stellacci (synth) e un nuovo amico Pasquale PascoPezzillo leader dei Joycut.

Con loro ha guidato il pubblico nel viaggio alla scoperta di Gulliver. Scoperta dell’essenza di chi si mette sempre in discussione e nel grande buio collettivo, non aspetta che gli altri gli facciano luce, ma cerca la sua luce, la sua Terranova grazie al proprio spirito. Per far questo, e per vivere al meglio, l’amore è centrale: “l’unico sentimento che non vuole niente in cambio”.

Giò Sada e Pasquale “Pasco” Pezzillo dei Joycut
Anima in musica e gesti

Saluta il pubblico caloroso e coinvolto del Forma con il bis di “Anima“. Una canzone scritta nel 2017 che segna l’inizio di una metamorfosi: “non avevamo mai trovato una forma, un vestito giusto anche con Pasquale (Pasco Pezzillo) poi ci siamo visti, l’abbiamo suonata ed è comparsa così chitarra e voce”.

Quello che più ha colpito di questo live teatrale, organizzato da L’Acqua in Testa e Faro Records, oltre le infinite suggestioni date da suoni e luci che introducevano ogni canzone, l’incredibile umanità e umiltà dell’artista sul palco, che ha ringraziato più volte il pubblico e i suoi musicisti. Perchè niente è mai scontato, soprattutto oggi, dopo quello che abbiamo e stiamo ancora vivendo. Chapeau Giò!

Scaletta

Se non sono necessario
Vado con l’aria
Amaranto
100 vite
Ma che razza di finale
Figli
Ring of fire (Johnny Cash cover)
Il rimpianto di te
Anima
Grande buio
Terranova

Poi un omaggio al papà Silvio, “poeta, scrittore, tutto“, con una poesia scritta da suo padre, recentemente scomparso.

Bis: Anima

a cura di
Mariangela Cuscito
foto di
Simona Ardito

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Ermal Meta, tour nei teatri di tutta Italia
LEGGI ANCHE – “Noi, loro, gli altri” il nuovo album di Marracash
Condividi su
Mariangela Cuscito

Mariangela Cuscito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *