Olita con il suo nuovo singolo chiede una “Tregua”

Olita con il suo nuovo singolo chiede una “Tregua”
Condividi su

Fuori dal 10 novembre “Tregua”, il nuovo singolo di Olita. Si tratta di un piccolo anticipo del disco “Lontano” in uscita il 17 novembre. Questo è il terzo brano pubblicato nel 2021, anno in cui l’artista ha dato alla sua immagine un’impronta sempre più cantautorale e intima.

Olita – Tregua

“Tregua” è il brano che più si differenzia dai precedenti soprattutto per il suo sound più arrabbiato, più rock. Questa volta Olita non si trattiene e tira fuori la sua vena più energica. Ci vuole un po’ di rock per rappresentare bene l’effetto burnout. Se fin ora il cantautore ha messo in musica la distanza in tutte le sue forme, fisica e mentale, qui la cerca senza sosta. Una distanza, una tregua, da tutte le situazioni e le persone che chiedono costantemente un pezzettino di lui.

“È un brano nato per strada; dopo mille cose da fare e molte richieste da parte di persone, se ci aggiungiamo qualche problema personale il mix che ti potrebbe fare impazzire o portarti al cosiddetto burnout è pronto.

E allora parlo di una tregua che alla fine il tempo non ti concede mai. È la richiesta di un esausto nei confronti di tutto ciò che lo circonda.

Tutte le parole che potrebbero benissimo essere dedicate a qualcuno che è parte di una relazione stantia, sono in realtà riferite a tutto ciò che mi circonda e a me stesso, ovviamente.

Credo che sia una canzone diversa dalle altre, la musica la uso come auto-psicoanalisi. Scrivo di storie mie e di altri e non perdo occasione per riflettere su me stesso e sui comportamenti in generale, cercando di immedesimarmi, nel caso degli altri, in ciò che potrebbe essere ragionevole e razionale o al contrario spontaneo, illogico e irrazionale.

I miei racconti, i miei personaggi e le mie storie, sono di tutti perché hanno estremamente torto e ragione allo stesso tempo, come tutti noi in molte occasioni difficili del nostro percorso”.

https://www.instagram.com/marco.olita/

https://www.facebook.com/marco.olita/

Condividi su
Redazione 1

Redazione 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *