Richi Rossini ci parla di Cecilia, il suo nuovo singolo

Richi Rossini ci parla di Cecilia, il suo nuovo singolo
Condividi su

Cecilia, da Santa Cecilia protettrice dei musicisti, è la canzone uscita il 10 gennaio 2020 scritta e composta da Riccardo Rossini, cantautore genovese, mixata e masterizzata da Raffaele Giannuzzi e con la partecipazione del quartetto d’archi Il Partimento

Richi, con il suo testo, ci ricorda quanto la musica sia presente in ogni dove, grazie anche al progresso tecnologico che la trasmette ovunque: dai bar agli uffici, dai supermercati agli aeroporti.

Ti porterò sempre con me è la frase che più ricorre nel suo brano: per lui la musica ha un valore terapeutico.

Sei affascinato dal mondo della psicologia e hai pensato bene di esprimerti attraverso la musica. Se non sono indiscreta, a volte è stato un modo per parlare indirettamente a qualcuno?

“Sicuramente a me stesso. Ho fatto il formatore per 8 anni, tenevo corsi di comunicazione e la sensazione provata in aula è identica alla sensazione che vivo sul palco.”

“Sono entrambi dei mezzi per trasmettere un messaggio ma visto e considerato che gli altri sono proiezioni, alla fine dei conti è come se parlassi sempre a me stesso. Sono le mie terapie in pratica.” 

Parli di problemi quotidiani e di rifugio nella musica per attraversare questi momenti. Qual è stato il genere di musica che ti ha consolato o che ti ha donato positività?

“Tutto ciò che mi ha fatto e mi fa ballare, amo ballare, lo dico anche in un brano ballerei sempre. In ordine cronologico Rock and Roll da piccolo, electro da ragazzino e negli ultimi anni sto riscoprendo il funk e, spesso, mi ritrovo con qualche autore seventies nell’impianto a ballare da solo in studio.”

Qual è il colore che attribuisci alla musica e cosa ti trasmette di conseguenza?

 “Arcobaleno si può dire? Visto che tratto temi come il poliamore concedimi la possibilità di non scegliere e di essere inclusivo.”

Com’è nata l’immagine attribuita alla copertina del singolo Cecilia?

“C’è un’artista vera a Granada, un’amica in primis ma soprattutto un talento eccezionale, si chiama Ilaria Forno, in arte Microwaves, si è occupata lei delle grafiche oltre che delle foto e di alcune animazioni che vedrete presto.”

“La stimo così tanto che tendenzialmente le faccio ascoltare il brano e lascio a lei la creazione della parte visiva. In questo caso Cecilia fa parte di un Ep di tre brani che finirà di essere pubblicato ad aprile.”

“La cover di Cecilia è la prima di tre immagini che si andranno a completare insieme. Rappresenta due cose principalmente. Il mix tra musica acustica e elettronica attraverso una lira, che è uno strumento antichissimo, elettrificata da un jack e il personaggio femminile intorno alla Lira è la famosa Cecilia che in realtà è la musica. Santa Cecilia è anche la protettrice dei musicisti.”

Sei giovane. Hai avuto le idee chiare su cosa avresti voluto fare sin da ragazzino o hai trascorso anche tu un periodo di indecisione? In questo caso cosa ti senti di suggerire a un ragazzo nella stessa situazione.

“Grazie per il giovane! Ho sempre avuto il sogno di scrivere musica, fin da piccolo ma non sapevo assolutamente come e se ci sarei arrivato, nel mentre ho vissuto stati di confusione duraturi, soprattutto sul da farsi, anche ora, direi su quasi tutto: lavoro, relazioni, ambienti e musica.”

“Ma direi che va bene così e, aggiungerei per fortuna. Le certezze mi spaventano e mi annoiano. L’unica certezza sulla quale scommettere qui sono io e i miei amici, il resto non mi interessa. Consigli non ne posso dare, dipende dalla situazione.”

“Certo credo valga la pena investire e dedicare tempo alla propria crescita personale, farsi delle idee proprie senza scimmiottare nessuno, lottare per esse e nel mentre rimboccarsi le maniche e non dare nulla per scontato.”

È vero, esistono i social per ogni informazione al giorno d’oggi, ma a noi di The Soundcheck una notizia in esclusiva puoi raccontarcela sui tuoi progetti futuri?

Edenlandia. È il mio grande sogno. Quel qualcosa per il quale valga la pena lottare. È un cartone animato musicale a sfondo psicologico e sociologico.”

“Quattro anni di lavoro per comporla. Piano ed elettronica. Mancano le animazioni e sarebbe bellissimo che un qualche discografico legga questa news e decida di investire nel progetto per portarlo a termine. Così entriamo di diritto nei libri di storia dell’arte contemporanea!”

Non trovate sia un ragazzo pieno di energie?
Lo ha detto lui le certezze lo annoiano, noi non possiamo che augurargli innumerevoli successi.

Seguici anche su Instagram!

LEGGI ANCHE: Nuovo singolo per Didio, ci presenta “Naufraghi”
LEGGI ANCHE: Mosè Santamaria – “Salveremo questo mondo”

A cura di
Silvia Consiglio

Condividi su
Staff

Staff

La redazione di The Soundcheck: un branco di giornalisti, redattori, fotografi, videomaker e tanti altri collaboratori agguerriti provenienti da tutto lo Stivale pronti a regalarvi una vasta gamma di contenuti. Dalla semplice informazione artistico-culturale, fino ad approfondimenti unici e originali nel campo della musica, dell'arte, della letteratura e della cultura a 360 gradi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *