#SoundView e Emilya ndMe: le interviste differenti per artisti non scontati

#SoundView e Emilya ndMe: le interviste differenti per artisti non scontati
Condividi su

Lauretta Grechi Galeno a.k.a. Emilya ndMe, artista da 150.000 ascolti su Spotify e 300.000 visualizzazioni su Youtube ha raccolto la sfida del #Soundview.

Ecco il suo botta e risposta.

Tre aggettivi per definirti.
Anticonformista, schiva, diffidente

Qual è la tua più grande paura?
L’impotenza di fronte a problemi irrisolvibili.

Quale genere musicale proprio non sopporti?
La trap.

Una cosa che ti fa irritare?
La falsità e la mancanza di presa di posizione.

C’è un tipo di persona che proprio non sopporti?
Non sopporto le banderuole.

Dolce o salato?
Tutte e due, mi basta sia buono. Quando ho fame, mi basta sia cibo 😀

Cibo preferito?
Mangerei qualunque cosa, per cui per me è proprio difficile sceglierne uno solo ma dovendo rispondere: pizza quattro formaggi rossa, funghi e tartufo. La leggerezza proprio… ahaha

La prima sbronza a che età? Raccontacela.
La prima sbronza a 18 anni con i miei migliori amici davanti ad un caminetto, in una casa di provincia in campagna. Erano i tempi del grunge e quindi grandi riflessioni filosofiche tutta la notte, musica e racconti sugli amori del momento. Il giorno dopo mal di testa e un sacco di balle a mamma e a papà, soprattutto a papà… repertorio classico.

La cosa che ami di più negli esseri umani?
La capacità di creare arte.

La cosa che ami di più della tua musica?
Amo il fatto che sia sperimentale e che suoni in modo riconoscibile.

E quella che invece vorresti cambiare ma proprio non ti riesce?
Vorrei riuscire a trovare il modo di portarla in giro in piccoli locali mantenendo il sound e gli arrangiamenti con cui è conosciuta ma per ora è sempre stato infattibile.

Una meta per un viaggio?
Islanda

Un viaggio invece che hai amato?
New Orleans e Australia

Se ti dico Salvini tu cosa mi dici?
Ti dico intolleranza, omofobia, razzismo, violenza, furbizia, ignoranza e mediocrità.

Se ti dico invece LGBT a cosa pensi?
Ad una metà del mondo.

Credi in Dio?
Non credo in un Dio così come mi è stato insegnato e non credo in Dio nei termini di alcuna religione. Ho un profondo rispetto empatico nei confronti di tutti gli esseri viventi, tutte le specie animali e vegetali: questa è l’unica “religione” che io riconosca e rispetti.

Dove vorresti suonare con tutto il tuo cuore?
Al Milano Rocks

Quale canzone preferisci tra quelle che conosciamo?
Snow, è la prima che ho scritto per Emilya ndMe e rappresenta sotto tutti i punti di vista la mia musica

Raccontaci qualcosa che nessuno sa di te e scattati un selfie con il tuo gatto per salutarci.
Non sapete di me che nella vita privata sono una gran casinista, con la testa per aria e dispettosa come una scimmia.

Condividi su
Staff

Staff

La redazione di The Soundcheck: un branco di giornalisti, redattori, fotografi, videomaker e tanti altri collaboratori agguerriti provenienti da tutto lo Stivale pronti a regalarvi una vasta gamma di contenuti. Dalla semplice informazione artistico-culturale, fino ad approfondimenti unici e originali nel campo della musica, dell'arte, della letteratura e della cultura a 360 gradi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *