Emilya ndMe: voce e sonorità “internazionali”

Emilya ndMe: voce e sonorità “internazionali”
Condividi su

Lauretta Grechi Galeno aka Emilya ndMe è un’artista genovese che si ispira all’Indie rock abbracciando anche sonorità Electro-Pop.
Partendo dal Jazz e dallo Swing, Lauretta ha iniziato il proprio percorso musicale sin da piccolina finendo anche tra i partecipanti al Premio Lunezia come autore di testi a soli vent’anni.

Basta ascoltare bene “Snow” però, suo primo singolo (35000 streams su Spotify, 45000 views su Youtube) per notare del Trip Hop e del Glitch che fanno capolino, cosa che la rende una pietra preziosa nel panorama musicale italiano attuale.

Abbiamo voluto scambiare con lei qualche battuta con Lauretta in questa ancora calda giornata di inizio autunno…

Per molti artisti, ma anche per molte persone, scrivere una diario oppure un’agenda è liberatorio. Quando per la prima volta hai iniziato a scrivere quella che sarebbe poi stata SNOW, il tuo primo singolo, ti sei sentita finalmente “a casa”?

Sì assolutamente. Ho scritto Snow di getto, come se l’avessi avuta sempre in testa. Poi l’ho letta e riletta, credo di aver versato qualche lacrima ma ne ero contenta perché era uscito tutto, avevo guardato le cose per quelle che erano state, c’ero entrata dentro a quei ricordi e poi uscita.

Il video di Yellow Led ha toni volutamente caldi nonostante se si pensa ad un led l’immagine mentale che ne nasce è di un colore forte e asettico, mentre quello di Snow li aveva decisamente freddi: sono tue precise scelte oppure sono interpretazioni della regia? Quanto c’è di tuo nel girato?

Ho scelto molto di quello che è nei due video. In entrambi i casi ho scritto la “storyboard” del video e poi deciso con i registi cosa fosse fattibile o meno. La color di Snow è volutamente fredda perché doveva rendere l’idea di un ambiente invernale e gelato, doveva avere delle caratteristiche Lo-Fi, così come abbigliamento e location, senza raccontare una storia ma esprimendo uno stato d’animo. Yellow Led invece ha i toni della rinascita; la mia idea della luce come punto di partenza e ricerca durante tutto il video, è stata interpretata perfettamente da Lucerna Films che ha studiato benissimo le mie idee creando un racconto suggestivo. E’ vero che la luce colorata di un led giallo può essere fredda, ma funziona come un catalizzatore di attenzione, qualcosa a cui si guarda con insistenza.

La tua religiosità nei confronti della natura richiama antichi miti e credenze come la magia e l’armonia dei Druidi con la terra. Come credi che Dio, o chi per lui, possa sentirsi rispetto al nostro trattamento nei confronti della natura?

La stiamo distruggendo, ci stiamo annientando con le nostre mani, lasciamo un’eredità apocalittica ai nostri figli e nipoti. Personalmente provo vergogna smisurata e senza mezzi termini detesto questa società sprecona e consumistica e questo modo cieco di governare. Non so se esista un Dio pensante, ma che se così fosse, penso si sentirebbe come un padre che mette al mondo un sadico assassino.

Quello che racconti con i tuoi testi e le tue sonorità ha molto del metafisico ed è un viaggio che merita di essere fatto. Ma nel pratico, nel reale, cosa fa Lauretta durante la giornata? Quali sono i tuoi hobby?

Per lo più lavoro ai miei progetti musicali, compongo, studio e provo, registro e mi confronto con altri musicisti. Ho pochissimo tempo libero e lo dedico allo sport, camminate in montagna e al mare. Quando ho tempo mi piace molto fare foto.

Ci sono in cantiere altri singoli oppure un album?

Sto lavorando al primo disco di Emilya ndME .

Noi Lauretta ti auguriamo un radioso futuro.

Grazie a

Cockroach International Production |Genova Records | Lucerna Films | VEZ Communication

Condividi su
Staff

Staff

La redazione di The Soundcheck: un branco di giornalisti, redattori, fotografi, videomaker e tanti altri collaboratori agguerriti provenienti da tutto lo Stivale pronti a regalarvi una vasta gamma di contenuti. Dalla semplice informazione artistico-culturale, fino ad approfondimenti unici e originali nel campo della musica, dell'arte, della letteratura e della cultura a 360 gradi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *