A Cesena arriva FU ME: festival di teatro, musica e incontri

A Cesena arriva FU ME: festival di teatro, musica e incontri
Condividi su

31 luglio, 1 e 2 agosto 2020: segnate queste date in agenda. A Cesena, nel parco di Villa Silvia, arriva FU ME, il festival dedicato al teatro e alle arti contemporanee. La direzione artistica sarà di Michele Di Giacomo (alchemico tre) mentre la curatela musicale di Alex Monogawa.

Si affronteranno storie di donne, di resistenza e di (il)legalità, portate in scena da Tindaro Granata, Maria Antonietta, Lodo Guenzi e tanti altri ospiti.

Gli appuntamenti

Nelle tre serate dialogheranno fra loro tre spettacoli di giovani compagnie della scena italiana, tre concerti con ospiti del panorama nazionale e tre incontri con associazioni del territorio e artisti visuali. Tutte le sere il Parco aprirà dalle 19.30 con area ristoro, mercatini e installazioni.

Venerdì 31 luglio

Alle 19.30, si parte con una serata in rosa dedicata alle Storie di donne. Si confronteranno la Presidentessa dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna Emma Petitti e Simona Ghizzoni, fotografa, artista visuale a attivista.

Un momento pensato per raccontare del corpo e dell’immagine della donna nella società e delle politiche della ragione su temi come la violenza sulle donne e la parità di genere.
Alle 21.30 si entrerà nel vivo con lo spettacolo Amorosi Assassini di Valeria Perdonò che, accompagnata dal cantautore Marco Sforza, racconterà storie di donne, passate e presenti, in cui troppo spesso la violenza viene confusa con il “troppo amore”.

Musica, cronaca e poesia, da Esiodo alla Merini, da De Andrè a Gaber passando per Daniele Silvestri, Aristotele, Berkoff e il Trio Lescano, tra mamme, nonne e portinaie varie. Uno spettacolo che metterà a nudo l’attualità con tutta la forza che comporta, ma con l’ironia e la leggerezza che contraddistinguono questa giovane autrice.

La serata si concluderà con il concerto di canzoni e letture della cantautrice Maria Antonietta.

Sabato 1° agosto

Il filo conduttore della serata sarà la Resistenza. L’incontro iniziale alle 20.40 sarà con Centro per la Pace di Cesena e l’Associazione DEINA, che condivideranno con la platea il loro lavoro su memoria e resistenza e in particolare del progetto Promemoria Auschwitz. Durante l’incontro si incontreranno testimonianze, voci, video, domande dei giovani partecipanti al progetto e dei volontari.

Alle 21.30 avrà luogo lo spettacolo di Giulia Viana e Giacomo Ferraù Le rotaie della memoria, un monologo sulla Vita di Albino Calletti, “Capitano Bruno”. Un’opera che parla della sua passione politica che lo conduce come un treno: il gruppo giovanile socialista di Castelletto sopra Ticino, il carcere, la guerra in Russia, le montagne dei partigiani, e poi finalmente il ritorno a casa.

Albino è un esempio di come la sua lotta e quella dei suoi compagni fosse una missione, non una semplice necessità, e una responsabilità verso sé stessi e i propri cari. Il suo entusiasmo e la sua umanità ci fanno sentire vicini a quel periodo storico apparentemente così lontano, e aprono grandi domande sulle possibilità di ognuno di noi e sul valore delle nostre scelte.

Sarà poi la volta di Enrico Farnedi e Lodo Guenzi dello Stato Sociale con Canzoni Resistenti, un concerto pensato per FU ME che ricorderà, racconterà e a tratti celebrerà l’epopea della Resistenza.

Domenica 2 agosto

La tre giorni sotto le stelle si concluderà con Storie di (il)legalità.
Alle 20.40 il racconto di Franco Ronconi – referente provinciale dell’Associazione Libera contro le mafie – e dei giovani volontari, si concentrerà sulla presenza delle mafie nel nostro territorio tra dati e testimonianze.

Ricorderemo la storia di Giuseppe Letizia, ucciso per mafia a 13 anni per aver assistito all’omicidio di Placido Rizzotto. Una storia dimenticata riemersa dopo 50 anni che sarà illustrata tramite le tavole e la voce del giovane fumettista, volontario di Libera Francesco Mazzoli.

Alle 21.30 il sipario si leverà su Tindaro Granata e sullo spettacolo travolgente Antropolaroid. Spettacolo pluripremiato che arriva per la prima volta a Cesena. Tindaro Granata, accompagnato solo da una sedia, un lenzuolo e un maglioncino, ripercorrerà gli episodi salienti della propria saga familiare, dai primi del ‘900 fino ai giorni nostri.

Alle 23.20 il rapper ravennate Lanfranco Vicari alias Moder, presenterà a FU ME il suo ultimo lavoro solista Ci sentiamo poi. Più che un disco, una Polaroid, per raccontare “la nebbia, gli occhi grigi della provincia, i pub, la vita che ti ricorda che hai un debito da pagare”.

Biglietti

Nel rispetto delle normative covid-19, verrà proposto in prevendita con ticketing on-line un biglietto unico a serata a 7 euro. Sarà anche possibile l’acquisto in loco il giorno stesso dell’evento dalle ore 19:30 a Villa Silvia.

Prezzo dei biglietti: intero 12 euro / ridotto 7 euro (under 30, possessori di Carta Bancomat / Credito o Carta Socio CCR”, soci Libera contro le Mafie)

Programma completo su: www.alchemicotre.com

Informazioni e contatti
Mail: info@alchemicotre.com
FB: FU ME / IG: fume_festival

a cura di
Redazione

Seguici anche su Instagram!
LEGGI ANCHE – Benedetti: classe 1996, Acquario, fin troppo riflessivo
LEGGI ANCHE – Gentile e il suo debutto che sa di mare e di vento
Condividi su

Staff

La redazione di The Soundcheck: un branco di giornalisti, redattori, fotografi, videomaker e tanti altri collaboratori agguerriti provenienti da tutto lo Stivale pronti a regalarvi una vasta gamma di contenuti. Dalla semplice informazione artistico-culturale, fino ad approfondimenti unici e originali nel campo della musica, dell'arte, della letteratura e della cultura a 360 gradi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *